Utente 755XXX
Gentili dottori
scrivo perchè desidererei avere delle informazioni relative alla ftiriasi pubica. Vorrei sapere quant'è reale il rischio di contrarla utilizzando toilette pubbliche (treni, locali, università etc.), perchè navigando in rete ho trovato informazioni discordanti, a volte si dice che è possibile contrarla anche cosi, altre volte invece che si tratta di una semplice leggenda metropolitana. Mi è capitato di contrarre la ftiriasi pubica, ho un compagno,si tratta di un rapporto a distanza, ho rapporti intimi solo con lui, mi è comparsa la ftiriasi esattamente 1 mese e 10 giorni dopo avere avuto l'ultimo rapporto con lui, vorrei precisare che il mio compagno ha affermato di non avere assolutamente la ftiriasi, inoltre al momento del rapporto era depilato. allora la domande che pongo sono le seguenti:

1. è davvero possibile contrarla in bagni pubblici o è solo una leggenda?
2. è possibile contrarla da una persona che ha le zone inguinali perianali e anali depilate?
3. 1 mese e 10 giorni (il tempo che è passato dall'ultimo rapporto) sono troppi per la manifestazione dell'insetto adulto?
4. è possibile che il mio ragazzo le abbia e non lo sa?
preciso che le ha avute due anni fa ma a quanto dice furono completamente debellate, tra l'altro si mantiene spesso depilato e sono certo della sua fedeltà, quindi penso che se le avesse di nuovo se ne accorgerebbe vero? e poi piattole che durano da due anni senza accorgersene mi sembra un pò impossibile, giusto?

Inoltre preciso che io ho avuto questo problema in maggio, ho usato il dekar e la polvere mom, e dopo 2 giorni non ho trovato piu nulla (in totale gli animaletti erano 7), poi ho ripetuto il trattamento a distanza di una settimana. Ora da qualche giorno avverto prurito, non solo alla zona pubica, ma anche in altri posti, forse mi è solo venuta un'ipocondria da piattole, non so... mi sono ispezionato ma non trovo nulla, mi sono depilato ma negli slip al mattino non trovo nulla, è possibile una recidiva a distanza di quasi quattro mesi?

attendo una risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Le risposte alle sue domande sono impossibili da tal sede: sappia comunque che la pediculosi pubica e corporea (Phtirus pubis, Phtirus vestimenti e capitis) è costantemente interpersonale, vista la necessità dei parassiti di rimanere costantemente a contatto con la cute umana.

tra l'altro pur avendo delle risposte, ritengo che i suoi dubbi rimangano :

nulla di meglio per comprendere come la visita dermatologica per lei ed il suo partner siano necessari.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 755XXX

Iscritto dal 2008
Dottore la ringrazio, quindi se lei mi dice che la pediculosi è costantemente interpersonale e che i parassiti devono rimanere costantemente attaccati al corpo, significa che prenderli un un bagno è praticamente una leggenda?