Utente 131XXX
Buongiorno!un anno fa' ho eseguito ablazione per tachicardia parossistica...da allora ho moltissime extrasistole,fibrillazione atriale e pressione alta.
D'accordo con il mio cardiologo ho eseguito un po di esami del sangue....
Visto che da dicembre ad oggi ho anche fatto 6 influenze e ho spesso i linfonodi gonfi....
Ho ritirato gli esami (le scrivo solo quelli fuori dalla norma perché sono tantissimi):
P.T.:ATTIVITÀ 112%. V.R. 70-125
met.fotoottico

. INR. 1,04
H. COLESTEROLO 239mg/dl. V.R. <200
LDH. 125 U/L. V.R. 125-220
ANGIOTENSINA II 13,0 ng/l. V.R. 20-40
CROMOGRANINA A. 1,00ng/ml. V.R. <84,7
met.IF TRACE
OSSERVAZIONI:CROMOGRANINA: ESAME RIPETUTO


gli altri esami effettuati sono tutti nella norma....la Cromogranina A non riesco a capire se è alta o bassa?l'infermiera dell'ospedale mi ha detto che è alta....
Cosa ne pensa?
Cosa dovrei fare?
Grazie molte della sua risposta!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
è evidente che il suo cardiologo sta cercando di "tipizzare" la sua ipertensione e la sua F.A. (che non dice se parossistica o stabile) escludendo un tumore neuroendocrino come il feocromocitoma, che esprimerebbe la Cromogranina A come markers tumorale.
Ribadendo che sono contrario all'uso dei marcatori in sede di diagnosi, laddove possono essere molto utili nel follow up, se la vista non mi inganna io vedo che tutti i suoi valori sono nel range di riferimento eccetto per la modesta ipercolesterolemia. Compresa la Cromogranina A eseguita in Immunofluorescenza e ripetuta.
La stessa è ben al di sotto del range di riferimento del laboratorio.
Quindi è ampiamente nei limiti della norma.

Consiglierei la prossima volta di chiedere informazioni al direttore dell'U.O. di Medicina di laboratorio o ad un Medico: con tutto il rispetto, ancora gli infermieri non sono abilitati a esprimere pareri medici.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la sua risposta...sono una ragazza di 27 anni...che ha anche avuto una cardiomiopatia peripartum,la F.A. E parossistica... Assumo mezza pastiglia di Seloken al mattino e mezza alla sera....
Il mio cardiologo mi ha detto che gli esami vanno tutti bene e piuttosto per un periodo di prendere mezza pastiglia di Triatec tutti i giorni fino all'estate...poi vedremo come va.
A qualche suggerimento? Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
la F.A. parossisitica si tratta con la strategia "pill in the pocket" cioè con l'assunzione, solo al bisogno, di un antiaritmico secondo quanto concordato col cardiologo curante, e fino al ritorno del ritmo sinusale che deve avvienire in 24 - 36 ore max.

Il Ramipril (Triatec) ad un range di dosaggio tra 2,5 e 5 mg al giorno, non ha influenza diretta sulla F.A. parossistica piuttosto, se preso per lungo tempo, sul rimodellamento ventricolare.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Addendum: Mi scusi per averle risposto al maschile la prima volta.
E' stata una svista.
Me ne dispiaccio sinceramente.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Non c'è problema Dottore...colpa mia che non ho specificato il sesso e l'età!
Il ramipril me l'ho dato per la pressione mentre per la tachicardia e extrasistole assumo seloken.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
ottima terapia.

Visto che soffre di ipertensione arteriosa, se non l'ha fatto, inserisca tra le indagini in programma anche un Cardioecocolordoppler e si faccia controllare dal medico, periodicamente, la P.A. per verificare l'efficacia della terapia.

Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio molto!l'ecocardiogramma lo faccio circa ogni 5/6 mesi per controllare la cardiomiopatia.
Che però dopo la gravidanza a distanza di 18 mesi sembra andare meglio anche se mi hanno detto di non avere più bambini.