Utente 740XXX
Salve,
da più di 3 mesi che ho i linfonodi inguinali gonfi e non dolenti, iniziò tutto con un leggero gonfiore a sx, ne era uno solo, piccollissimo, mano mano è diventato più grande e cosi contemporaneamente un altro vicino e altri due al lato destro. Procedo con un ecografia alla zona e mi riscontrano proprio un gonfiore linfonodale. Il primo linfonodo a gonfiarsi come detto sopra quello di sx, risulta di dimensioni 15x6, margini ed eco struttura conservata e vascolarizzazzione piuttosto regolare; eco collo ed eco addome normali. MI vengono prescritti esami di laboratorio: emocromo, ves, ferritina... e un atibiotico x 15gg.
Esito esami tutti i valori nella norma, cura antibiotica effettuata e nessun miglioramento, anzi ultimamente avverto un maggiore gonfiore e leggero fastidio che si irradia verso la prostata, non sempre ma avvolte.
Come potrei muovermi?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
12% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
l'ecografia identifica attualmente la poliadenopatia inguinale bilaterale con caratteristiche di tipo reattivo, inequivocabilmente visibili?
Ha effettuato i test sierologici per la Mononucleosi e la Toxoplasmosi?
Il medico ha verificato che non vi siano alterazioni cutanee "strane" alle gambe e soprattutto sui piedi e sulla loro superficie plantare?

Parla di fastidio irradiato verso la prostata: è un dolore riferito o un dolore prostatico? Il medico ha palpato i suoi testicoli per verificare che la loro morfologia e la loro consistenza siano normali?
Ha effettuato un'ecografia addomino - pelvica?
Sono stati ripetuti tutti gli esami ematochimici e soprattutto gli indici di infiammazione e l'emocromo completo?

Le scrivo tutto questo per farle giungere il messaggio che il consulto via web è per forza di cose limitato.

Allo stato attuale la diagnosi web è di una "riferita poliadenopatia inguinale bilaterale di n.d.d."

Infine in situazioni come queste, quando non si riesca a venire a capo della causa, l'extrema ratio è la biopsia linfonodale. Che "taglia la testa al toro", come suol dirsi.

Se vuole non esiti a chiedere.

Cordialità.