Utente 294XXX
Buongiorno, mi sono operato di varicocele sx terzo grado il 31 luglio 2014. Dopo circa 10 giorni dall'operazione ho incominciato ad avvertire pesantezza e dolore al testicolo, sintomi che sono presenti tuttora. L'ecografia ha mostrato una recidiva del varicocele ma nient'altro.

Nei giorni scorsi sono andato da un andrologo e la diagnosi è stata "epidemite cronica". Mi ha dato un antibiotico (ciproxin) e una cura di 15 giorni con un antinfiammatorio cortisonico. Ha detto che secondo lui è necessaria una terapia molto aggressiva perché con la recidiva del varicole e per il fatto che si sia cronicizzata, l'epidemite è molto difficile da curare.

Vorrei avere un vostro parere sulla terapia. A me spaventa prendere alti dosaggi di cortisonici e mi chiedevo se non si potesse sostituire con un antinfiammatorio non cortisonico più blando.

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Purtroppo è descritta la possibilità , dopo un intervento per varicocele, di una epididimite cronica . Discuta con il suo urologo dei suoi dubbi , la terapia ha un suo razionale ,ma non avendo la possibilità di una valutazione diretta non posso esprimere un giudizio . Distinti saluti .
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Io non sono stato informato di questa possibilità e mi chiedo come sia possibile che non sia emersa dall'ecografia che ho effettuato dopo un mese dall'operazione. Se trattata per tempo forse non si sarebbe cronicizzata...

Purtroppo non ho la possibilità di parlare con l'andrologo che mi ha prescritto la terapia, se non prendendo un'altro appuntamento e quindi aspettando mesi.

Non esiste un'alternativa al cortisone per una terapia di questo tipo?

Grazie per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Le alternative ci possono essere ,ma deve farsi valutare da un medico perché terapie tramite internet non è corretto che vengano prescritte .