Utente 373XXX
buongiorno,sono un cinquantenne, soffro di extrasistole, effettuato studio elettrofisiologico piu' risonanaza con risultato negativo,nel 2013 . holtre nel 2014 con 700 episodi. nel febbraio 2015 holter 24 h con 7000 episodi di battiti ventricolari, 40 coppie e 400 sopraventicolari- attualmente assumo betabloccante 1/4 mattino e sera. Il medico dice di nn preoccuparmi . vorrei un vs parere/consiglio grazie anticipatamente x il consulto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
spero che il medico che le dice di non preoccuparsi sia un cardiologo.

In tal caso si fidi di lui che ha la fortuna di poterla seguire differentemente da noi che ci dobbiamo accontentare di un contatto web.

Con simpatia.
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
grazie per la risposta, si e un cardiologo, io pero' volevo un consiglio/parere se c e un alternativa per far passare tutti questi episodi, e sopratutto da cosa sono dovuti.
grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
capisco la sua richiesta: ma comprende bene che un medico che ha dei dati numerici via web, che non la conosce clinicamente e che non può visitarla, non può fornirle un secondo parere e soprattutto non può dirle quali sono le cause dei suoi disturbi.
Non è per essere intellettualmente tirchi, è che la valutazione cardiologica si fonda su un accurata visita "reale" e non virtuale.

Ha effettuato una RM, uno studio elettrofisiologico, ed un Holter ECG, tutti nella norma.

Il cardiologo che la segue le ha detto che non c'è nulla di cui preoccuparsi: ma il cardiologo la segue io no.... Cerchi di mettersi nei miei panni.
Anche la terapia Beta bloccante, sicuramente utile, non conosco di quale "quartino" di compressa si avvale nè di quale principio attivo.
Ritengo che chi sia legittimato a darle spiegazioni sia il suo cardiologo di fiducia, perchè ha gli elementi per darle queste spiegazioni. Le chieda: è nel suo diritto.

Io per completare lo studio avrei eseguito anche un test da sforzo: in genere le EXV scompaiono o si riducono nella fase di carico e ricompaiono nella fase di recupero.
Ma come vede il suo cardiologo non l'ha ritenuto un esame utile.
Perciò deve fidarsi di lui e se non si fida deve sceglierne un altro.
Spero di averle trasmesso il mio pensiero.

Buona domenica.