Utente 273XXX
Buongiorno, sono una donna di 36 anni, sono di corporatura esile peso 55 kg per 1,72 cm di altezza, non fumo ed ho un'alimentazione povera di grassi.
Ieri sera ho avvertito una fortissima fitta al petto tra dolore e bruciore che è durata non più di 2 secondi. Nel frattempo ho avvertito un pò di tachicardia e sono sbiancata in volto, credo quello sia dovuto allo spavento perchè questi sintomi sono passati immediatamente dopo la fitta.
Mi è capitato altre volte di avvertire leggere fitte tra le costole sula lato destro o sinistro del petto ma sempre ho pensato fossero doloretti intercostali. Ma la fitta di ieri mi ha molto spaventata perchè al centro del petto e molto forte, in quel momento stavo seduta un pò curva a studiare con mia figlia.
La cosa strana è che oggi se mi tocco al centro del petto proprio nel punto dove ieri ho avuto questa fitta ho dolore, ma è un dolore non interno, sembra sull'osso o tra le costole, ma il dolore c'è solo al tatto.
Ho fatto in passato diversi ecg con esito negativo, il più recente circa 5 mesi fa segnalava un'extrasistole sopraventricolare, ma il cardiologo non gli ha dato importanza.
Ogni tanto avverto queste extrasistole.
Ho fatto anche 2 ecocardiogramma, uno 10 anni fa e l'altro 2 anni, entrambe dicevano la stessa cosa, lieve prolasso, e lieve insufficienza della valvola mitralica, ma nessuno ha dato molta importanza, il cardiologo mi ha detto che può essere dovuto anche alla mia corporatura molto magra e alta.
Volevo sapere se è il caso di approfondire con altri esami per questa forte fitta al centro del petto, o stare tranquilla perchè è una cosa che può capitare a tutti?
La ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il fatto che il dolore sia stato così breve, perché lei con la digitopressione lo possa scatenare È un indice di non origine cardiaca del suo dolore.
Da ciò che descrive dovrebbero essere banal dolori di origine muscolo-scheletrica.
Arrivederci.
Cecchini