Utente 372XXX
Buongiorno, avevo già parlato, di recente, di questo problema, ne avevo accennato in un consulto riguardante un caso di epididimite e prostatite, ma dato che ora che sto leggermente meglio, esso non è la mia preoccupazione principale vorrei parlare di un problema che reputo abbastanza serio.
Dagli inizi della mia malattia mi è iniziata a succede una cosa strana, e che mi preoccupa alquanto, ovvero una dislocazione dei testicoli.
Dopo una giornata di movimento, oppure, non so in che modo sia correlato, quando sto molto tempo al freddo e con la zona scoperta (prima di mettere una pomata per un fungo alla coscia, per il bidé, ecc.) Mi accorgo che i miei testicoli tendono ad assumere una posizione nuova e che non avevo mai visto.
Uno, il sinistro, proprio sul fondo della sacca scrotale, e uno nella normale posizione in cui starebbe con lo scroto ritratto, teso (ovvero la cosa strana è che il sinistro non risalga e si allinei, in quanto prima era sempre così)
Ecco la prima domanda: inizialmente si credeva fosse varicocele, sono risultato negativo, dato che non so che differenza ci sia tra ecografia ed eco Doppler non so se abbiano esaminato i vasi circolatori, in genere per controllare se si ha il varicocele che metodo si usa?
In secondo luogo: se tocco il testicolo pendente, talvolta, mi causa un pizzichio allo scroto.
Infine vorrei aggiungere che talvolta ha questo atteggiamento anche durante un'erezione, e prima non mi era mai successo.
Ho fatto ogni genere di controllo possibile, ma sono sempre risultato "sano" se non si considera la prostatite e la lieve epididimite.
Tuttavia non mi sento affatto sano, i testicoli sembrano fissi, e talvolta mi danno anche fastidio.
Dato che le ho provate tutte gradirei sapere le vostre opinioni al riguardo, non consigliatemi altre visite, quelle verranno, vorrei sapere se esistono patologie simili, e anche se un ridotto afflusso di sangue possa dare gli effetti da me riportati.
Grazie un anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
innanzi tutto è bene precisare che che la presenza o meno di varicocele la si può solo diagnosticare con precisione con esame ecocolordoppler che è l'unico esame in grado di valutare il flusso e/o il reflusso sanguigno. Spero che la valutazione riguardo al suo "essere risultato sano" sia stata fatta anche da un andrologo. Lievi risentimenti testicolari sono abbastanza frequenti in giovane età solo che quando ci sono è necessario escludere altri problemi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/959-dolore-testicolare-cronico.html .