Utente 373XXX
Buongiorno.
Scrivo per mia madre di anni 77 con pregresso trapianto di fegato tra viventi effettuato nel 2001 a Nizza. (ultimo controllo periodico in Francia novembre 2014, tutto ok - prossimo 19.03.2015).
nella notte del 02.01.2015 mia madre è stata trasportata d'urgenza in ospedale per una grave dispnea. Risultato: Fibrillazione atriale che ha provocato un versamento pleurico curato in ricovero per una settimana presso una clinica convenzionata, per mancanza di posti presso l'Ospedale del primo soccorso, con bombardamento antibiotico e cortisonico, che per altro hanno portato i livelli di glicemia a 400-500 regolati con insulina. La fibrillazione atriale è stata trattata con antiaritmici (Almarytm) ma dopo un mese era ancora attiva. Il cardiologo che la segue, valutando anche l'ecocardiogramma che era abbastanza normale tenendo presente chiaramente l'età, ha deciso quindi di procedere ad una cardioversione elettrica non prima di 3-4 settimana di trattamento con Coumadin per la scoaugulazione.
Si è dunque partiti con un valore INR di 0.97 il 06.02.2015 già una cp. coumadin
- 7/2 e 8/2 una compressa al g.
valore INR il 9/2: 2.08. Consulto cardiologo: presa 1 cp. e 1/2
-10/2; 11/2 e 12/2 1 cp. al g.
valore INR il 13/2: 4.76. Consulto cardiologo: presa 1 cp.
-14/2 e 15/2 1 cp. al g.
valore INR il 16/2: 6.21. Consulto cardiologo: sospeso cumadin
-17/2 sospeso
-18/2 e 19/2 1 cp. al g.
valore INR il 20/2: 5.16. Consulto cardiologo: 1/2 cp.
21, 22, 23, 24, 25 e 26/2 1/2 cp. al g.
valore INR oggi 27/2: 5.63. Consulto cardiologo: sospeso coumadin
programma fino al prossimo prelievo 6/3 mattina: 1/2 cp. al g.
Ecco la domanda (finalmente dirà Lei): perchè non scende l'INR?
Preciso che mia madre oltre al coumadin prende, a casua di questo evento, cardicor matt e sera.
Antirigetto 0.5 mg (Advagraft) per il trapianto epatico.
Eutirox 0.75 al g.
Insulina eventualmente prima dei pasti previa misurazione glicemia.
Sicuro di un riscontro, La ringrazio infinitamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L INR non scende perche' la sua madre ha problemi epatici.
In questi pazienti i dosaggi debbono essere bassi e la paziente deve mangiare verdure, proprio perché' contengono vita. K.
E' possibile tuttavia che anche mangiando verdure il fegato di sua madre produca pochi fattori della coagulazione.
Proverei in ogni caso piccoli dosaggi di Coumadin ed una dieta ricca di verdure o vi K in gocce.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Grazie Dottore...
Comunque in questi due mesi mia madre ha eseguito per due volte esami del sangue e le transaminasi erano nella norma ed in più ha eseguito un ecoaddome che non rilevava nulla di anormale a livello epatico.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le transaminasi non indicano precisamente la funzione del fegato che produce fattori della coagulazione. In questi pazienti spesso simriscontrano, anche. In assenza di terapia con warfarin vslori di INR più elevati basalmente.
Occorrerà vedere se somministrando vitamina K quel fegato riuscirà e quanto riuscirai sintetizzarli.
Cordialita
Cecchini
[#4] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dott.,un'ultima cosa e la lascio ad altri consulti.
Penso che sicuramente prima di due settimane, allorchè mia madre si recherà a Nizza per il controllo epatico programmato dove affronteremo eventuali problemi epatici, il cardiologo eseguirà la cardioversione elettrica atteso che sono quasi quattro settimane che è ben scoaugulata.
L'ultima domanda: per una trapiantata di fegato ci sono rischi per questa tecnica di cardioversione?
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No non ci sono rischi.
L importante è che abbia almeno un INR compreso tra 2 e 3 in modo da scongiurare fenomeni e boli i.
Di solito noia eseguiamo una ecografia transesofagea prima della procedura per essere più sucuri che non vi siano trombi in atrio ed auricola sinistri
In bocca al lupo
[#6] dopo  
Utente 373XXX

Iscritto dal 2015
Crepi!
si! Faranno un ecografia transesofagea..
Grazie ancora e buon lavoro...