tsh  
 
Utente 329XXX
salve, da 2 anni quasi 3, ho dei disturbi che non riesco a risolvere. il mio medico di base non è in grado di consigliarmi uno specialista adatto e per questo chiedo a voi e vi ringrazio anticipatamente.
tutto ha inizio con un dolore nella parte anteriore del collo in basso a destra, poi si gonfia un linfonodo vicino al lobo dx della tiroide e un dolore si irradia sotto la mandibola fino all'orecchio dx.
ho sudorazioni improvvise e febbricola (max 37) costante,senso di un corpo estraneo più verso l''esterno che verso l''interno del collo.
inizialmente penso sia il dente del giudizio che spuntava...lo estraggo, prendo gli antibiotici ma i dolori non passano. poi il medico pensa sia raffreddore...prendo oki e areosol ma non passa. poi vado dall'otorino che non rileva nulla ma mi fa fare il tampone faringeo che è positivo allo streptococco piogene, prendo gli antibiotici ma i dolori non scompaiono. poi vado dall'endocrinologo che vede una ecografia nella quale compaiono solo linfonodi reattivi e formazione pseudonodulare e gli esami di tsh, ft3, ft4 nella norma. gli anticorpi altissimi. tiroidite di hashimoto secondo le analisi del sangue ma dai sintomi l'endocrinologo pensa sia una tiroidite subacuta non curata all'inizio (per arrivare all'endocrinologa ci ho messo 1 anno) e mi consiglia 10 gg di nimesulide. oppure mononucleosi ma non avevo mai cercato valori nelle analisi. In tutte le analisi dal 2013 ad oggi ho solo la formula leucocitaria invertita. tutti gli altri valori sono nella norma.
si attenuano tutti i sintomi tranne un dolore fisso al lobo dx della tiroide e mal di testa.
il medico di base mi prescrive 10 gg di cortisone in dosi basse 5 gg mezza pastiglia da 25mg e 5 gg un quarto di pastiglia. e il problema persiste. in più ho avuto dei dolori alle gengive che sono stati forti ma episodi isolati e il dentista dice che non ho problemi (vedendo la panoramica)
ora: Dove, da chi...devo andare? dai problemi iniziali solo il dolore fisso al lobo dx è rimasto...non ho più i linfonodi gonfi o la febbricola costante. in ogni caso ho pensato si potesse trattare di qualche problema alle gengive oppure di un virus che ho sempre contrastato poichè per diversi motivi ho preso antibiotici in questi due anni. e la formula leucocitaria invertita? il medico di base dice che sono fuori range di troppo poco. non lo so aiutatemi. ho anche una fuoriuscita dal capezzolo di un liquido trasparente. che la mia ipofisi stia facendo i capricci? non lo so...non sono un medico, leggo il più possibile perchè 2 anni di sofferenze non mi sembrano normali.

grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
mi pare di capire che allo stato attuale lei lamenti solo il dolore "riferito"al lobo dx della tiroide e una secrezione dal capezzolo.
E' sicuro che non stia assumendo farmaci prolattinogeni o antidopaminergici (levosulpiride, antidepressivi, neurolettici?)

Ad ogni buon conto, lo specialista a cui deve rivolgersi, trattandosi di patologia che interessa la tiroide, è l'endocrinologo che potrà valutare anche la "galattorea" e prescrivere indagini specifiche.

Cordiali saluti.