Utente 175XXX
Salve da gennaio dopo un rapporto ho iniziato ad avvertire nei giorni seguenti un bruciore/ fastidio , senza secrezioni...ho usato ovuli meclon ho avuto benefici ma solo temporanei, dopo qualche settimana ricominciano i fastidi , vado dalla mia ginecologa che mi visita e mi dice che ho la candida, non ritiene necessario fare il tampone e non mi da nessuna cura locale, solo terapia con fluconazolo per bocca ( 1compressa a distanza di 3 gg l una dal altra e poi 1 compressa a settimana x 4 volte ).ho già preso 5 compresse, ora ho ancora fastidi , che praticamente non sono mai passati completamente . 10 gg fa , qualche gg dopo la fine del ciclo visto che il problema stava tornando la contatto , mi rivisita e dice che la situazione andava abbastanza bene e mi allunga la terapia con fluconazolo x bocca!
Venerdì mi sono recata spontaneamente in ospedale a fare un tampone,avrò l esito tra una settimana.
Mi chiedo , possibile che questi disturbi non passino , non sarà che la terapia che sto facendo non sia corretta?
Aspetto l esito del tampone e se i disturbi nn passano mi recherò da un ginecologo nuovo.
Vuoi che ne pensate?
[#1] dopo  
Dr. Lucia Vecoli
44% attività
8% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., la capisco, la candidosi è una patologia non grave ma molto fastidiosa, molto comune e spesso di soluzione non immediata. Le micosi vaginali sono infezioni così frequenti perché i Miceti, cui appartiene la Candida vaginalis, sono germi normalmente saprofiti della vagina. L'infezione si scatena quando tali microorganismi proliferano in maniera eccessiva, sovvertendo la normale flora microbica vaginale. Quali sono i fattori di rischio? Le faccio l'elenco, purtroppo lunghissimo. Gli indumenti intimi aderenti, in fibra sintetica o colorata, i pantaloni e i pigiami usati di continuo, l' uso di salvaslip e di assorbenti esterni con le ali ( meglio usare assorbenti interni o esterni in coltone ), i detergenti intimi troppo profumati o aggressivi, il cloro delle piscine, le terapie antibiotiche, lo sport da sella ( equitazione, bicicletta, spinning, motocicletta ), l' alimentazione sbagliata, ricca di zuccheri e povera di scorie, la stitichezza, le terapie antibiotiche sono i più comuni fattori che facilitano e mantengono l'infezione.
La diagnosi è molto semplice, un buon ginecologo non ha bisogno di tamponi o altri accertamenti.
Tuttavia, se la patologia non si risolve, il tampone può essere utile per valutare l'eventuale associazione con altri patogeni, per effettuare la tipizzazione della Candida e stabilire il tipo di antimicotico più adeguato. L'uso eccessivo di trattamenti antimicotici e soprattutto la durata non adeguata della terapia, spesso interrotta ai primi segni di benessere, nonché la mancata eliminazione dei fattori di rischio sono alla base delle frequenti recidive di tale patologia. Spero di esserle stata utile e le invio cordiali saluti e auguri.
[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la celerità della risposta, la tipizzazione viene eseguita con tampone con antibiogramma?
Può essere che il fluconazolo che sto prendendo non sia efficace e che serva un altro antimicotico?
Sto evitando zuccheri e lieviti da un mese...in passato ( anni fa) avevo già sofferto di disturbi come questi ma che erano passati dopo una cura.
A novembre ho eseguito un pap test con colposcopia ( 8 anni fa avevo riscontrato hpv) tutto con esito negativo.
[#3] dopo  
Dr. Lucia Vecoli
44% attività
8% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., rispondo con piacere alle sue domande.
1- Si. Nel tampone si può testare a quale antimicotico è più sensibile il micete rilevato ( antimicogramma ). Come pure potrebbe essere associato qualche altro agente microbico patogeno.
2- Si. purtroppo per le motivazioni che le ho spiegato in precedenza stanno aumentando le resistenze ai farmaci attualmente disponibili.
Cerchi di evitare i fattori predisponenti ( oggi sono in commercio addirittura gli slip in fibroina di seta ).
La candidosi vaginale non altera il pap test, a differenza dell'HPV. Fastidiosa, sì, ma non cancerogena!
Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottoressa , è molto gentile, può essere che il nostro organismo riesca a riequilibrarsi da solo senza terapia?
Può essere utile usare fermenti normogin la sera per aiutare la flora batterica contro questo fungo?
Comunque la informerò dell esito del tampone ,se le può interessare.
[#5] dopo  
Dr. Lucia Vecoli
44% attività
8% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., come le ho detto molti sono i fattori che promuovono lo sviluppo della candidosi vaginali. Tra questi rientra anche una cattiva alimentazione e conseguentemente un dismicrobismo intestinale. E' riequilibrando lo stile di vita ( abbigliamento, sport, alimentazione, ecc. ) che si previene la comparsa della malattia. I probiotici aiutano nella prevenzione, più che nella terapia del fatto acuto. Basterebbe introdurre un vasetto di yoghurt nell'alimentazione quotidiana per risolvere molti di questi problemi. Qualche anno fa erano addirittura in auge le lavande vaginali allo yoghurt, oggi soppiantate da prodotti industriali, quali quello da lei citato. Per quel che riguarda il tampone, come tutti gli esami deve essere interpretato dal medico che ha in cura la paziente. Capita spesso di trovare banali germi saprofiti, interpretati dal laboratorista come patogeni, per i quali non solo non è indicato, ma addirittura è controindicato sparare assurde terapie antibiotiche che sovvertono a tal punto l'equilibrio microbico vaginale da aggravare addirittura la sintomatologia. Gent. Sig., la medicina è un'arte, non una semplice tecnica, altrimenti per curarsi basterebbe un computer! Porti il tampone dal suo ginecologo, che le suggerirà la terapia più adatta a risolvere i suoi problemi. Saluti cordiali.
[#6] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Salve dott, vorrei aggiornarla sul esito del mio tampone
Ph 4,9
Esame microscopico Flora lattobacillare normorappresentata
Ricerca garDenella :negativa
Ricerca trichomonas vaginalis : negativa

Ricerca flora comune, streptococco gruppo B e miceti
Esame colturale. Flora microbica non patogena


Cosa ne pensa ? Il ph é giusto?
Grazie in anticipo
[#7] dopo  
Dr. Lucia Vecoli
44% attività
8% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., il tampone va bene e questo è un dato indubbiamente positivo. Pertanto non resta che attendere l'effetto della terapia prescrittale. Auguri