Utente 259XXX
Salve!
E' ormai quasi un mese che sento dolore alla spalla sinistra.
Il dolore è localizzato lateralmente, non è un dolore forte e si presenta solo in alcuni momenti della giornata. I dolori non insorgono mai mentre sto muovendo la spalla, ma solo a riposo. Come lavoro faccio l'addetto rampa in aeroporto, tra le mie mansioni rientra anche quella di movimentare i carichi di bagagli. Il braccio sinistro è quello che uso quando sono in stiva per spingere i bagagli verso l'interno della stiva (la spinta che do è secca e vigorosa). Ora sto cercando di usare questo braccio il meno possibile, tuttavia in alcuni momenti della giornata sento dolore, ripeto, nella parte laterale della spalla. Preciso che non ho problemi ad eseguire alcun tipo di movimento. Cosa potrei avere?
[#1] dopo  
Dr. Marco Bonelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Buonasera ,la tipologia del disturbo e la sua attività lavoratova fanno pensare ad una patologia da iperuso .Accanto ad una visita ortopedica rilevo la necessità di una Ecografia della Spalla che se ben fatto aggiunge una buona visuale dei tendini della cuffia dei rotatori .A quel punto con una diagnosi di certezza si potrà stabilire il giusto atteggiamento terapeutico ,di tipo conservativo (riposo ,inflitrazioni ed eventuale Fkt) oppure in trattamento Interventistico in artroscopia.
Un saluto
[#2] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Grazie della risposta dottore! Ma i sintomi che presento potrebbero far pensare, ad esempio, ad una tendinite? Io il dolore non lo avverto mai la notte o la mattina, ma solo nel pomeriggio/sera e non lo avverto mai mentre faccio movimenti, ma sempre dopo. Le faccio questa domanda perché, cercando un po' in internet, ho letto quasi dappertutto che le tendiniti alla spalla danno dolori generalmente nella faccia anteriore o superiore della spalla, mentre il dolore che sento io è nella faccia laterale.
[#3] dopo  
Dr. Marco Bonelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Buongiorno, Le faccio un esempio per capire che tra le lesioni effettive a carico delle strutture e i sintomi non ci sono sempre concordanza.
Venerdì scorso un Signore di 72 anni mi riferisce una dolore saltuario alla spalla ,visitandolo trovo una ridotta mobilità ma niente di più. A quel punto mi fa vedere una RM fatta tre anni fa ed il referto dice' rottura completo della cuffia dei rotatori con iniziale risalita della testa omerale...'.
Il riposo notturno potrebbe ridurre l'infiammazione tendinea che ricomincerebbe dopo l'uso ma non abbiamo la certezza senza una indagine appropriata.
Non trascuri il problema e prima o poi si faccia prescrivere una Eco oppure una RM,
Un saluto
[#4] dopo  
Utente 259XXX

Iscritto dal 2012
Si, in effetti anche io avevo pensato che il riposo notturno riducesse l'infiammazione, che poi torna nel tardo pomeriggio perché ho usato il braccio.
Comunque grazie per la disponibilità.
Cordiali saluti