Utente 281XXX
Buonasera gentili dottori, vorrei sottoporvi il mio caso veramente sfortunato.
Circa 3 anni fa sono stata sottoposta ad intervento di POPS-STARR per un cistocele di III grado e isterocele di I grado. A distanza di un mese dall'intervento ho avuto dolori fortissimi all'addome e il cistocele è ricomparso esattamente come prima anche se la "palla" appariva decisamente asimmetrica (ne ho dedotto che si era staccata la banderella da una parte) il medico che mi ha operato non ha voluto più intervenire in poche parole mi ha abbandonata...In seguito il cistocele mi ha provocato una enorme difficolta a urinare, riuscivo ad urinare solo in piedi, e frequenti cistiti così mi sono rivolta ad un altro ospedale e circa 8 mesi fa sono stata sottoposta ad un nuovo intervento per cistocele III/IV grado e isterocele di I/II grado e asportazione di due polipi endometriali. L'intervento è stato di cistouretropessi e plastica vaginale anteriore. I medici che mi hanno operata lamentavano la mia decisione di conservare l'utero ma io ho visto una mia conoscente alla quale dopo l'intervento di asportazione dell'utero è comparso un grosso cistocele con incontinenza e non ho accettato.
Ora a distanza di 8 mesi il cistocele è ricomparso anche se molto più piccolo, urino normalmente e questo è già un successo, attualmente faccio anche esercizi per il pavimento pelvico ma temo che a lungo andare dovrò ripetere l'intervento con quale successo? Vi prego di darmi un consiglio in merito, ho 57 anni e rapporti regolari non vorrei "chiudere tutto" come mi hanno prospettato per la risoluzione dei miei problemi.
Grazie e cordiali saluti.
[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Le proporrei una classica Colpoisterectomia sec. Stoeckel con Cisto-uretropessi sec. Kelly-Kennedy se fosse una mia paziente.
Ne ho operate molte nelle sue condizioni e devo dire che i risultati a medio-lungo termine sono buoni.
[#2] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la veloce risposta, ma decisamente non vorrei sottopormi ad un'altra operazione, tra l'altro faccio uso di anticoagulanti orali per problemi di fibrillazione quindi un intervento sarebbe problematico.
Cosa si può fare in alternativa?
Mi hanno suggerito l'uso di un pessario può essere utilizzato anche in caso di rapporti sessuali o li esclude?
[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
L'uso del pessario potrebbe essere indicato, ma presuppone un'attenta cura delle condizioni locali. I rapporti sono tanto più facili ad aversi quanto maggiore è la beanza vaginale; in presenza di una vagina stenotica, con pessario, le possibilità dei rapporti sono di molto ridotte.
[#4] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera Gentile Dr. allora non potendo sottopormi all'intervento e non essendo il pessario indicato non posso fare nulla, cosa mi comporta questo?
Avrò conseguenze in futuro?
La ginnastica perineale può essere d'aiuto o non serve a nulla?
Grazie in anticipo per la sua cortese risposta
[#5] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non ho detto che il pessario non è indicato; sono stato possibilista sull'argomento, a patto che la vagina non sia particolarmente stenotica.
Sulle possibilità dell'intervento, invece, do per scontato il fatto che qualcuno (un Medico), Le ha detto che quest'ultimo non è sicuramente praticabile nel Suo caso. E' così o questa è una Sua supposizione?
la ginnastica perineale, allo stadio in cui è, non risolve certo la situazione. Può migliorare una eventuale incontinenza urinaria, ma di certo non risolverla completamente; ovviamente il quadro anatomico resterà invariato anche con la fisiokinesiterapia del pavimento pelvico.

Cordialmente.
[#6] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera gentile dottore, in effetti è una mia supposizione perché anche il dentista ha fatto molte difficoltà nell'ipotesi di un piccolo intervento.
Immagino che la ginnastica non risolva la situazione ma può almeno contenerla?
Non ho incontinenza urinaria la mia preoccupazione che con il tempo abbia ancora i problemi che avevo prima dell'intervento e cioè grandi difficoltà ad urinare.
Grazie ancora per la gentile risposta