Utente 289XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni e negli ultimi 2 anni ho cercato di evitare il problema o per lo meno ho distolto l'attenzione non avendo motivazioni ma adesso sono arrivato ad un limite e prima di rivolgermi ad un dottore (Andrologo) dove premetto di non essere mai stato. Ho bisogno di fare chiarezza e vorrei chiedere consigli.
Non ho mai avuto problemi ad avere rapporti sessuali, il mio pene si scappellava sia in erezione che in stato floscio. Notavo comunque un frenulo non molto lungo, ma credo che ognuno di noi abbia diverse forme? e quindi non ho mai avuto problemi sessualmente. Poi 2 anni fa, d'estate da un momento all'altro vedo il glande coperto dalla pelle del pene lasciando soltanto un piccolo spazio in alto, e attorno abrasioni e piccole ferite presumevo "Balanopostite" non riuscivo più a scappellarlo. Non sono andato da un Andrologo ma il dottore di fiducia mi consigliò un detergente apposito per lavarmi e una crema da applicare subito dopo. dovevo farlo per una settimana, 2 volte al giorno. Facendolo dopo una settimana il mio pene è tornato come prima, riuscivo a scappellare, la pelle aveva ripreso sensibilità e le ferite erano completamente sparite, più che ferite era un rossore, e mi prudeva.. ne è passato di tempo quindi ora non ricordo. Fermo la cura. e dopo 2-3 giorni.. torna a ripresentarsi il problema la mia pelle si restrinse di nuovo. Da li, un po' incazzato ho cercato di evitare il problema, anche se ogni 2 settimane, ero un po triste e provavo a mettere la pomata che mi era stata data pensando potesse guarire di nuovo ma così non è stato, avevo detto ai miei genitori che ero guarito quindi non mi andava di continuare 2 volte al giorno ad applicare la crema, lo facevo di nascosto solo perchè non sopportavo il fatto che il mio glande non si scopriva più. Perchè non mi sono allarmato più di tanto la seconda volta? Perchè le abrasioni e il piccolo fastidio che sentivo, o il rossore non c'era, stavolta la pelle era normale, tutt'ora la vedo normale, solo che è come se ho acquisito una fimosi! ma sul serio ma è possibile? questa cosa ho cercato di evitarla, e allontanare i pensieri, pensando ok. MI PASSERA'. ma così non è stato, ora sono qui dopo 2 anni che con diverse prove quando è in stato di floscio riesco ad aprire il glande notando comunque una strozzatura al di sotto e un frenulo che si è fatto anche più corto. Però quando è in erezione non riesco proprio più. Con la mia ragazza sto da un anno ormai e apparte rapporti orali non riusciamo a fare sesso per via del mio problema, abbiamo provato, ma dopo un po mi sono stancato perchè ho paura che possa succedere qualcosa, dato che sento fastidio! e ci sto male perchè 2 anni prima la mia vita sessuale andava benissimo, il glande si scopriva tranquillamente. Cosa mi consigliate di fare? Gusto personale, non mi piace avere il pene circonciso quindi vorrei evitare, non è paura, solo un mio gusto personale. Ma secondo voi si può risolvere se vado a farmi visitare per bene ora?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,quanto ci trasmette,purtroppo,e' un fenomeno che si presenta particolarmente quando la terapia non e' preceduta da una diagnosi.Ne suo casoandava eseguito un tampone del secreto balanico che identificasse l' agente eziologico della balanopostite.In altri termini,probabilmente,oltre ad una presunta candidosi,era o e' presente,qualche germe non identificato.Il frenulo non si accorcia e,comunque,la inviterei a non avere rapporti non protetti di alcun tipo.Cordialita'