Utente 327XXX
Buongiorno
da novembre circa, ho iniziato ad avere dolori molto forti alla schiena, la mattina presto. Una specie di sensazione di bruciore alla zona lombare e dorsale, solo a sinistra. l'unica soluzione per stare meglio era raffreddare la parte ed alzarmi dal letto. Arrivata ad avere il fiato mozzato dal dolore sono corso dal mio fisoterapista che mi ha mandato dal medico di base per una RM e che mi ha prescritto un ciclo di bentelan.
Il cortisone non ha sortito alcun effetto, la RM è risultata negativa, così come gli esami del sangue. Ho quindi inziato un ciclo di manipolazioni dal fisioterapista e delle infiltrazioni di ozono e antestetico (quest'ultimo assolutamente inutile) più sidalud e un integratore dal fisiatra. La situazione, seppur molto lentamente ( a settimane alterne manipolazione e infiltrazione) sembrava migliorata, ma ora il dolore si è ripresentato molto forte, solo la mattina presto, si è sposato verso destra e si propaga anche con un indolenzimento ai muscoli della coscia sinistra. Durante il giorno il dolore sparisce, lasciando solo una sorta di indolenzimento e con alcune fitte facendo alcuni movimenti. Fisiatra e fisoterapista hanno riscontrato: una radicolite dovuta a una forte firbosi muscolare che preme sul nervo spinale, una nevrite, forse anche causata da un virus. insomma mi pare che anche loro non sappiamo bene di cosa si tratta. Vorrei sapere cosa fare o a che specialista rivolgermi perchè, anche se durante il giorno la schiena non mi fa male, lo svegliarmi ogni mattina alle 5 o alle 6 col male sta condizionando la mia vita e il mio lavoro, sono sempre stanca e ormai abbastanza abbattuta. grazie per l'attenzione.
cordiali saluti
anna
[#1] dopo  
Dr. Salvatore Roccalto
24% attività
8% attualità
12% socialità
TERNI (TR)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Buongiorno Sig.ra Anna,
i sintomi da lei riferiti sono compatibili con una patologia del disco intervertebrale, ma anche con altre patologie ad esempio: - osteoma osteoide vertebrale - infiammazione da cristalli di urato - patologia extravertebrale ( addominale) - etc, è pertanto necessario al fine di fare diagnosi una valutazione clinica accurata.
Lo specialista a cui si dovrebbe rivolgere è colui che si occupa di patologie vertebrali
Cordiali saluti