Utente 374XXX
Salve a tutti,


Ieri sera ho avuto dei fastidi respiatori prima di andare a letto, ho pensato mi bisognasse di un po di ossiggeno cambiare aria, quindi ho aperto le finestre dopo tutto ok.

(Di norma non ho mai respirato in modo intenso, ma ultimamente respiro a pieni il ché é normale.)

Il problema e riapparso durante la notte in camera, ho avuto un lieve fastidio sula parte sinistra, quando ispiravo, come se i/il polmoni/e non fosse soddisfatto malgrado respiravo a piano, intuendo una piccola fitta, che non mi permetteva d prendere sonno.

Ho riapeto la finestra respirando un po, dopo un po tutto ok.

Ma non é questo il problema!
E non so sia collegato, forse no..

Durante la notte ho notato un fastidio al cuore, ho notato che batte un po piu veloce, di norma non ci dovrei neanche pensare; malgrado il mio cervello richiedeva il riposo, bhe avevo sonno! non riuscivo a dormire, sentivo il mio cuore battere ed un lieve disturbo, non so spiegarlo, non era/é dolore.
In giornata e tuttora vi posso dire che sento che qualcosa non va, sono sempre stato bene, quindi qualcosa non va, forse temporanea, non grave, ma c'è qualcosa di diverso, che mi disturba.
Non sono tranquillo, credo avvolte che protrei cadere, in affanno se fosse piu forte.
Nel silenzio la notte ci faro caso e non riusciro a dormire.
Non so se preoccuparmi o pensare che sia passeggero, ho solo 23 anni non sono allergico a niente, sanissimo.

cosa potrebbe essere?

Un aritmia?

Un controllo potrebbe mostrare se c'é un problema?
Che tipo di controllo?
come comportarsi in caso di malessere e di affanno?

Vi ringrazio.



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
non dia la risposta per scontata ma la deve vedere un cardiologo "reale" che deciderà se i suoi sono disturbi soggettivi legati all'ansia o vi sia indicazione ad un approfondimento diagnostico.

Cordiali saluti.