Utente 374XXX
Salve dottori
Sono una studentessa di 22 anni e da qualche mese sto meditando di sottopormi ad una rinoplastica per rimuovere gli antiestetici effetti di una frattura che ho subito cinque anni fa .
Mi sono dunque sottoposta ad una visita preventiva in cui il dottore mi ha informata che tale intervento è più sicuro se eseguito in anestesia totale.
Qua e là sul web si leggono cose confuse e terrificanti sull'anestesia totale inclusa la possibilità di non recuperare la totalità del proprio acume mentale prima di tre mesi.... volevo dunque avere il parere di esperti in proposito: quali sono i rischi reali e più probabili in cui potrei incorrere?sopratutto quali sono generalmente i tempi di ripresa sull'anestesia totale? Io frequento con grande passione una facoltà universitaria molto impegnativa che mi richiede di essere sempre al massimo delle capacità intellettive. ... se decidessi di operarmi avrei un mese e mezzo al massimo tra l'intervento ed il periodo esami....può essere sufficiente questo lasso di tempo per riprendersi completamente dall'anestesia?
Premetto che non assumo farmaci ,non fumo né ho altre dipendenze. Sempre avuto tutte le analisi a posto. Non mi sono mai operata a nulla.
vorrei davvero eseguire questa rinoplastica ed avere di nuovo un profilo armonioso ma non vorrei mai compromettere la mia carriera universitaria o peggio ancora la mia salute, anche a costo di rimanere così !
Ringrazia
Sarah O.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buon giorno, dalla mia esperienza, e considerando le variabili, sia individuali che dovute al tipo di intervento, alla sua durata ed impegno, direi che il giorno dopo l'intervento il paziente operato è perfettamente lucido senza più i farmaci dell'anestesia in circolo. Certo forse non propio in grado di studiare, e ciò sopratutto per i postumi dell'intervento, e, nel suo caso, per la presenza dei tamponi ( so che non tutti gli operatori li mettono) nel naso che possono causare cefalea, lacrimazione e sopratutto il naso chiuso.
Con la guarigione chirurgica (nel suo caso mediamente non più di 2 settimane) si è perfettamente in grado di riprendere la propia vita normale.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio vivamente per la risposta molto esaustiva.
Mi sento molto tranquillizata.
Grazie ancora .
Cordiali saluti
S.O.
[#3] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2015
P.s. non sono molto pratica del forum , volevo dare 5 stelle di valutazione alla sua risposta e così ho fatto diventare le cinque stelline rosse ma mi viene il dubbio che dovessero rimanere gialle per segnare un punteggio positivo....spero di non aver interpretato male, in tal caso chiedo venia!