Utente 374XXX
Salve,le scrivo per mia sorella di 12 anni che soffre di una rara malattia mitocondriale,ma un mese fa abbiamo saputo che ha anche un altra malattia ovvero il reflusso gastroesofageo (molto probabilmente causato dall'uso di una marea di farmaci che sono essenziali per lei) e anche il fatto che si alimenta con nutrini (tramite il PEG). Quello che cerco da lei e' un,opinione su quale sia il miglior metodo per rimuovere il reflusso visto che l'esomeprazolo con cui si sta curando non fa più effetto.Ho sentito che a Milano fanno il "fundoplicatio transorale senza incisione" che mi sembra meglio della plastica anti-reflusso (o forse i farmaci che assume potrebbero comunque indebolire lo sfintere anche dopo questo intervento?) Le sarò grata se mi darà qualche risposta per il fatto che vorrei più consigli di vari specialisti prima prendere una decisione anche se alla fine consulterò in modo più approfondito i suoi medici che la seguono. Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Nobili
24% attività
4% attualità
12% socialità
FOGGIA (FG)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente per questo tipo di pazienti purtroppo la terapia medica a lungo termine non va più bene. Le consiglio una fundoplicatio classica che è la più indicata e risolutiva che ormai è un intervento di routine e si esegue in laparoscopia.Buona serata