Utente 374XXX
Cari medici vi scrive un 56enne della provincia di Roma, ho bisogno di un vostro consulto, il problema è cominciato un paio di anni fa, ho cominciato con avere dei problemi di erezione sporadici, che nel tempo sono diventati cronici, a oggi mi trovo nella situazione che non raggiungo più una erezione sufficiente e duratura, nonostante che il mio desiderio è immutato, unico sintomo che ho riscontrato e che la parte interessata al tatto da la sensazione di essere fredda, mi sono sottoposto ad una visita urologica temendo che fosse interessata la prostata ma l'esito è stato negativo non dipende da lei. Vi ringrazio se vorrete darmi una risposta ho un consiglio sul da fare per uscire da una situazione che compromette la mia esistenza psicofisica.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

la sua informazione "che la parte interessata al tatto dà la sensazione di essere fredda" potrebbe suggerirci un problema vascolare al suo disturbo sessuale ma, non mettiamo il carro davanti ai buoi, per una precisa e corretta diagnosi bisogna ora sentire in diretta un esperto e bravo andrologo.

Comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.