Utente 374XXX
Gent.mo dott catania le scrivo in un momento di grande sconforto. Operata nel 2013 di ca multifocale t2n0m0 sensibile agli ormoni G2 erb1+ki20%in terapia con tamoxifene e decapeptil ogni 3 mesi, a distanza di un anno avverto presenza di linfonodo ascellare che dal radiologo, oncologo e chirurgo viene considerato reattivo. Al controllo di gennaio la situazione cambia viene fatta agobiopsia : ca duttale infiltrante . Sottoposta ad intervento di linfoadenectomia si trovano 4 linfonodi metastatici prg0% erg50% ki40% erb3+. Sono in attesa di un consulto con l'oncologo ma mi rendo conto di avere una pessima prognosi e non so se vale la pena di praticare terapia. Volevo anche chiederle possono essere gli ormoni falsati dal tamoxifene che ho continuato a prendere fino a dopo l'intervento?la ringrazio