Utente 374XXX
Buonasera, Mi chiamo Maria, ho 22 anni e sono studentessa universitaria.

Da circa 2 mesi ( in seguito a un brutto spavento) accuso a fasi alterne una tachicardia continua anche stando a riposo,mi manca il fiato, sono sempre stanca, non riesco più a svolgere i miei impegni quotidiani. A questo si associa mancanza di appetito, quando mi sforzo di mangiare sento salire continuamente dei rutti e inoltre la tachicardia mi aumenta dopo i pasti.
La notte faccio fatica ad addormentarmi, ho sempre incubi e mi sveglio a pezzi, stanchissima e con dolori muscolari che interessano mandibola, collo, spalle, schiena e petto.
Dal mio medico sono andata solo una volta, nel mese di Gennaio quando ho iniziato ad accusare la prima volta questi sintomi. Mi ha misurato pressione e battiti, secondo lui è solo un fattore ansioso ma comunque ha prescritto esame per sangue e tiroide ( che non ho ancora fatto).
Ieri ho misurato ritmo cardiaco e pressione. Il ritmo è di 81 P/mn con un massimo di 162 P/mn e minimo di 31 P(mn. La pressione invece era di massima 100 mmHg e minima 49 mmHg. Sono valori normali?

Sono una persona molto ansiosa e gli ultimi 2 mesi sono stati una continua ansia, non sono neanche riuscita a dare gli esami all'università. Può essere solo un fattore di ansia o è meglio indagare? C'è una correlazione con i disturbi muscolari e gastrointestinali?

Vi ringrazio anticipamente per l'aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Certo che può essere l'ansia....quello che descrive è normale, mentre le sue paure no. Se continuano sarebbe il caso di rivolgersi a uno psicologo.
Saluti cordiali