Utente 277XXX
Gentili dottori,
ho da sempre avuto,in correlazione al mio precario stato di salute psicofisica (ansia somatizzata),diversi fastidi,o meglio ho contratto più volte dopo rapporti non protetti diverse malattie,fra cui la clamydia,l'ureapalsma urealyticum e ureaplasma hominis.
Sempre curate con terapia antibiotica,è capitato che queste ritornassero (recidive).
Molte volte mi è capitato di avere come risultato lo streptococco beta emolitico del gruppo B,comparso più volte,che un medico su cui mi appogiavo mi voleva far sempre debellare (ricordo la terapia addirittura con Ciproxin)aumentando però di fatto la possibilità di una resistenza antibiotica...di fatto devo ancora capire se uno streptococco debba essere curato (parlo dopo tampone uretrale) oppure no.
Ad ogni modo ho avuto un rapporto non protetto,ne avevo avuti diversi prima di quest'ultimo senza incappare in fastidi,si parla di un mese fa,e da allora mi sono accorto di avere delle perdite sugli slip al mattino,nonchè un fastidio dopo l'eiaculazione (non se mi masturbo ma dopo un rapporto,avvenuto venerdì con protezione).
Ho fatto il tampone e l'esito è "nessun ceppo patogeno isolato e flora commens.o contam.piccola quantità".
Bisogna dire che chi mi ha fatto il tampone (un medico) l'ho visto piuttosto sul chivalà per cui temo che l'esame sia stato fatto in maniera alquanto rivedibile.
Mi romperebbe rifare stà prassi (prenotare l'esame,fare l'esame di nuovo,tempi di attesa),credo che essendo la clamydia negativa si tratti di ureaplasma come già accaduto in passato,che curai col Bassado,le perdite bianche ed il fastidio non sono invenzione.
Che mi consigliereste di fare??
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Premesso che è sempre opportuno avere rapporti protetti, per evitare un grosso rischio di contrarre malattie, diciamo che la diagnosi di clamidia in una uretrite deve passare attraverso un tampone uretrale inserito per 1- 2 cm. e poi colorato con il metodo Gram.Lo striscio viene esaminato prima a basso ingrandimento per evidenziare quelle aree più ricche in leucociti. Un volta fatto questo si utilizza un ingrandimento maggiore per la valuatzione del numero di leucociti e l'assenza di gonococchi che ci permette di fare diagnosi presuntiva di clamidia.
[#2] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio della risposta.
Mi è stato comunque prescritto di prendere Zitromax per 3 giorni,ora non ho nessuna perdita,ma qualora mi venga fatto del sesso orale provo dolore nella fuoriuscita dello sperma.
Il farmaco mi ha comunque causato mal di stomaco,con che cosa potrei contrastarlo al di là di provare a resistere?
Concordo sul fatto del preservativo ma errare è umano...
[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Per il dolore allo stomaco la prescrizione deve essere fatta dal suo medico che la conosce direttamente; per quanto riguarda il dolore nell'eiaculazione, sarebbe opportuna anche una visita andrologica.
[#4] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2007
Ho fatto 3 giorni di terapia con zitromax,il male allo stomaco era comunque tollerabile.
A mio parere è stato preso per nulla,in quanto avverto ancora dei fastidi strani.
Non ho perdite,ma se per dire guardo dentro al buchetto,all'uretra si vede dentro che la mucosa è arrossata,come se vi fosse un'infezione in atto (è una mia idea ma non credo di sbagliarmi).
Che potrei fare per tagliare la testa al toro?
Altra cosa:l'ultima compressa ingerita è stata ieri mattina verso le 10 di mattina e domani sera ho la cena della ditta.So che da medico mi sconsiglierebbe di bere a prescindere,ma dato che comunque non guiderò posso concedermi di bere tipo 4-5 bicchieri di vino a pasto e un paio di amari dopo cena?
[#5] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Io le sconsiglio l'alcool e le consiglio vivamente una visita urologica e/o andrologica
[#6] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2007
Mi metterò in moto per fare la visita da lei consigliata...ma dopo circa 58 ore l'azitromicina è ancora in circolo??Ha un'emivita così lungo?
[#7] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Sì ha un'emivita molto lunga ( intorno alle 60 ore )
[#8] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2007
Sono stato da un andrologo,dice che il meato ha una forma anomala ma che non necessita di interventi (accenno non completo di ipospadia)e una lieve congestione prostatica.
Mi è stato consigliato Permixon 320 mg e alcuni esami da fare cui non capisco la grafia,tra questi:
uroflussometria,ecografia reo-vescicale,esami sierologici.
Al di là di tutto ho il glande che risulta essere come appiccicoso e son convinto di avere un'infezione in corso.
(ho avuto un rapporto non protetto con una sconosciuta ma una ragazza acqua e sapone il giorno prima di iniziare col zitromax) e giovedì un rapporto protetto (protetto anche orale) con una prostituta.
Volevo capire se eventuali infezioni si "riconoscono" solo tramite tampone uretrale o anche analisi del sangue.
[#9] dopo  
Utente 277XXX

Iscritto dal 2007
Tutti gli esami che ho fatto sono negativi.
Ammetto di avere un rapporto col sesso un pò "trasandato" nel senso che non sempre uso le adeguate precauzioni...il fatto è che non ho particolari fastidi ora a livello di minzione/eiaculazione ma qualche giorno fa dopo un rapporto la mattina avevo i boxer con un colore giallastro (il colore dello sperma è bianco anche come residuo sugli slip) per cui come già accadutomi in passato son convinto si tratti di ureaplasma...però a parte quel giorno e pur avendo poi avuto altri rapporti con altre patner non ho più visto questo color giallastro...non so nemmeno io se fare un ciclo di Bassado da 10 giorni...vado sempre in crisi quando devo iniziare una qualsiasi terapia,accidenti!!