Utente 296XXX
Gentilissimi,
sono un ragazzo di 24 anni, quasi 25 enne.
Un anno fa' per l'esattezza ad aprile 2014 mi è stato diagnosticato (anzi confermato poichè lo sò da quando avevo 6 anni) un'insufficienza mitralica lieve (valvola a tendina credo o una cosa del genere).
Ad Ottobre dello stesso anno mi sono recato al PS per un attacco di tachicardia sinusale.
Mi hanno dimesso dicendomi che era ansia.

Da allora con il mio medico curante, poichè non mi sentivo tanto tranquillo, mi ha dato una pasticca di bisoprolo da 1,25 per quando ho questi attacchi.

Da allora mi sono venuti 2 volte. Secondo voi è l'insufficienza mitralica e la tachicardia sinusale sono collegate?
Sarebbe opportuno sostenere un altra visita cardiologica?

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
rifaccia un ecocolordoppler cardiaco, facendo quantificare il jet mitralico, sennò parliamo di aria fritta.
Probabilmente le hanno parlato movimento ad amaca dei lembi, al M Mode. Non a tendina.

Se sarà confermata la sindrome da prolasso mitralico, anche con l'auscultazione, le consiglio di eseguire un Holter ECG/24 ore e una prova da sforzo.

La terapia beta bloccante è molto efficace nella prevenzione delle aritmie in corso di prolasso mitralico, ma non va assunta al bisogno.
Al bisogno assuma un ansiolitico.

Cordiali saluti.



[#2] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta.
Ha ragione, le riporto di seguito quanto scritto nell'ultima visita cardiologica di Aprile 2014

EKG
Ritmo sinusale a fc 85

Vc
Insuff. mitrale lieve

Pa 120/80

Consculsioni dell'ecocardiogramma

Ventricolo sx nella norma per dimensioni e spessore
normale cinesi regionale e globale
atrio sx aorta e cavità dx nella norma
Insuff mitralica lieve in arching lam
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
arching del LAM indica che il lembo anteriore della mitrale (LAM) incurva durante la sistole verso l’atrio sinistro.
Rimane da stabilire se ci sia una "sindrome da prolasso mitralico" o un rigurgito insignificate.

Le ribadisco il consiglio di farsi quantificare il jet mitralico in color doppler e di eseguire anche una visita clinica, parte integrante di una diagnosi di prolasso.

Cari saluti.
[#4] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
È questo?

Ecodoppler cardiaco
DCW efflusso 1.37 m sec
DCW transmitralico 0.90 m sec
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Sono valori di un doppler continuo.
A quanto risalgono?

Lei deve fare una valutazione del jet mitralico in color doppler che è una evoluzione del doppler pulsato (DPW) e farsi auscultare da un bravo ed esperto cardiologo.

Comunque sembrerebbe un rigurgito minimale.

Buonanotte.

:-)



[#6] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
Risalgono al 15/4/2014. Neanche un anno fa!
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
una insufficienza mitralica minimale non è una sindrome da prolasso mitralico.
E mi sembra che questo sia il suo caso.Una condizione molto frequente che non compromette la qualità della vita e la performance cardiaca.

Tuttavia non sono l'oracolo di Delfi e non sono capace di visitare a distanza.

Perciò si fidi di quello che le ha detto il suo Medico di famiglia e dell'ecodoppler del suo cardiologo.

Io di più non posso fare via web.
Credo che il suo sia un problema di pertinenza psicologica e non cardiologica.
Viva la sua giovane età fregandosene del minimo rigurgito mitralico e della conta dei battiti.
Al bisogno assuma un ansiolitico e non un beta bloccante.
Se vuole conferme a tutti i costi, i consigli sono nella prima risposta.

P.S. Se da solo non ce la fa, si faccia aiutare da uno Psichiatra per la parte farmacologica e da uno Psicologo per un percorso psicoterapeutico.

Con genuina simpatia.


[#8] dopo  
Utente 296XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio Doc. per la celere risposta. Il fatto che non è l'unico che me lo dice mi apre gli occhi.

Il mio cuore è sano ed in molti me l'hanno detto, medici ed addetti ai lavori.

E' il caso di utilizzare i miei 25 anni per altro...

...Grazie Ancora.


Saluti