Utente 374XXX
Salve,
sono Carla e ho 55 anni. Circa 5 anni fà ho avuto il primo episodio di fibrillazione atriale. a causa di cio sono stata ricoverata per 5 giorni al fine riscontrando una fibrillazione atriale causata da stress. mi hanno convertita farmacologicamente a ritmo sinusale e dimessa. Cosi mi hanno dato come terapia Bisoprololo 2,5 mg una volta al dì. Successivamente a giugno 2014 ho avuto un secondo episodio però con "affanno". Fino a giugno ho assunto Bisoprololo. In piu otre quest'ultimo mi hanno prescritto Acesistem 20 m + 12,5 mg una volta al dì siccome sono ipertesa. Inoltre hanno riscontrato placche alle carotidi consigliandomi di assumere Totalip10, che assumo sempre da giugno. Il 19 Gennaio 2015 ho avuto di nuovo la fibrillazione atriale con affanno, convertendomi nuovamente a ritmo sinusale con Almaritm e Clexane 4000. Oltre la mia terapia composta dai tre farmaci sopra citati mi hanno aggiunto Almaritm, che non assumo siccome il mio cardiologo me lo ha sconsiagliato.Ma in aggiunta assumo Cardioaspirina.Per questo affanno mi hanno consigliato una prova da sforzo e ECG DINAMICO delle 24 ore. Ho effettuato il primo con esito lievemente positivo e in ospedale mi hanno consigliato una coronarografia. Vorrei sapere se sto effettuando un indagine giusta e se sto seguendo una terapia adeguata? Siccome nonostante cio avverto un peso sul torace e affanno (salendo le scale)
Cosa mi consigliate?
In attesa porgo i miei saluti
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non capisco che significhi test da sforzo lievemente positivo. Se le hanno consigliato una coronarografia significa che il test è molto sospetto per ischemia da sforzo e quindi tale esame è consigliabile.
Mi stupisco invece di due cose: che un cardiologo le abbia sconsigliato l Almaritm, farmaco efficace e maneggevole, ma soprattutto che una donna giovane come lei non sia stata ancora sottoposta a terapia anticoagulante orale con Coumadin.
Il rischio tromboembolismo nel suo caso è elevato
Le consiglio quindi di ritornare dai cardiologo che la curano per rivalutare il suo caso.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille per la risposta.
L'esito della prova da sforzo è: test positivo per ischemia miocardica da lavoro. Il mio cardiologo mi sconsigliò Almaritm perchè utile alle fibrillazioni notturne. Solo dopo la prova da sforzo ho iniziato ad assumere Cardioaspirina.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La cardioaspirina non la protegge assolutamente dalle tromboembolie. Occorre il Coumafin.
Che poi la flecainide sia utile alle fibrillazioni notturne è grottesco
Arrivederci