Utente 301XXX
Salve ho 24 anni peso 50kg e sono alta 167 circa.
Da quando ho 19 anni soffro di attacchi di panico curati quasi definitivamente da un anno, sono riuscita a superare tutte le mie paure tranne una; paura di praticare sport e di avere un infarto! Il cuore è stata sempre la mia ossessione più grande! Ho praticato nuoto agonistico fino agli 11 anni poi ho praticato danza fino ai 18/19 senza nessun problema, poi con la nascita degli attacchi ho smesso tutto e anche una rampa di scale mi lasciava senza fiato e con tachicardia. Da circa 3 anni soffro sporadicamente di extrasistolia. Ogni tanto quando mi piego o rido fortemente o a riposo o sdraiata noto che ho delle aritmie nel battito come ad esempio 3 battiti veloci una pausa e poi inizia di nuovo a battere normale, a volte durano pochi secondi a volte anche ore. A volte sono poco fastidiose,altre volte cado nel panico; giramenti di testa e mancanza di aria. Ho eseguito negli ultimi 3 anni un elettrocardiogramma in ospedale; congedata come attacco di panico, un altro elettrocardio visita medica non agonistica per la palestra e circa un anno e mezzo fa un ecocardiodoppler che ha evidenziato una lieve insufficienza mitralica e della tricuspide. Può questa condizione valvolare causare extrasistoli? Molte volte dopo aver avuto un extras sento la necessita di eruttare. Mi spaventano molto e non fanno che peggiorare la mia ansia del cuore!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
la minima insufficienza mitro - tricuspidale, se minima e non accompagnata da alterazioni parietali e della cinesi cardiaca, non è verosimilmente la causa delle sue aritmie.

Poichè le riferisce associate ad episodi di eruttazione e in posizione sdraiata, potrebbero invece dipendere da una ernia jatale, che andrebbe ricercata, o da una MRGE.

Il fatto che soffra di attacchi di panico ovviamente peggiora la situazione sul piano della percezione degli eventi aritmici.

Se eseguisse un Holter ECG che le desse la sicurezza della benignità delle sue aritmie le gioverebbe? Se si non ci pensi due volte e ne parli con il curante per eseguirlo al più presto.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 301XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per l'attenzione
Il mio medico afferma che secondo lui non è necessario fare un holter, soprattutto perché non essendo frequenti è molto probabile che l'holter non registri nessun anomalia.
In ogni caso per essere più tranquilla cercherò di eseguirlo al più presto.
Comunque se le può servire ai fini della valutazione a distanza, provvederò al più presto a darle i risultati dell'ecocardiodoppler effettuato un anno fa.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
l'Ecocardiodoppler effettuato un anno fa nel contesto di una visita cardiologica reale, sicuramente sarà stato refertato e le sarà stato spiegato se fosse tutto a posto o no.
Deve fidarsi di quella diagnosi.
E di chi l'ha visitata davvero e non semplicemente, come me, l'ha letta via web.

Cordialità.