Utente 374XXX
salve, mi sono infortunato a dicembre 2014. Durante una partita, facendo uno scatto sentii tirare sulla parte sinistra dell'inguine. i primi giorni facevo fatica a camminare e avevo dolore ad alzarmi e coricarmi. feci l'ecografia 3 settimane dopo, nella quale uscì un'ernia di 5mm. in seguito, nel mese di gennaio, andai dal chirurgo per una visita e mi disse che non era presente alcuna ernia e mi diagnosticò una pubalgia. così mi recai dal mio medico sportivo e, d'accordo con questa diagnosi, mi disse di fare 10 sedute di laser e tecarterapia + stretching. attualmente sono alla settima seduta e non vedo miglioramenti. ho ancora fastidio all'inguine se faccio addominali e se provo, correndo, a fare un cambio di velocità passando da allungo a scatto, sento una specie di "scatto/scrocchio" nella parte interessata (lato sx dell'inguine). Adesso, la mia domanda è questa: pur avendo fastidio ai tendini e in particolare all'adduttore, siamo sicuri che sia la pubalgia a provocare quello "scrocchio/scatto" nell'inguine? di cosa si potrebbe trattare? come posso cure tutto questo?
Grazie, distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella
48% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Caro utente,

la "famigerata" pubalgia non è una vera e propria diagnosi...

E' necessario, in casi come il Suo, accertarsi che non vi sia piuttosto un problema articolare.

Le consiglio di leggere questo post dove troverà molte informazioni che Le potranno essere utili per capire come muoversi.

http://www.medicitalia.it/blog/ortopedia/1600-pubalgia-sconosciuta-diagnosi-mito.html

Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2015
salve dottore, ho fatto la radiografia all'anca e al bacino ed è uscito un "impingement femoro-acetabolare caratterizzato da una ipertrofia dei tetti acetabolari (pincer) e da un'alterazione morfologica della giunzione testa-collo dei femori (bump)".
Ora volevo chiederle, è la patologia che è riportata nell'articolo da lei incollatomi? se si, è curabile? come?

grazie, distinti saluti.