Utente 340XXX
Cari dottori, innanzitutto grazie in anticipi a chi volesse rispondermi. Allora, cercherò di essere breve. Qualche tempo fa ho iniziato ad avvertire una sensazione di gonfiore ai linfonodi inguinali e, preoccupato dalla cosa, sono andato, dopo qualche mese, all'ospedale per le analisi del sangue e per l'ecografia. Ebbene, dalle analisi è risultato tutto nella norma, e anche dalle urine, eccetto i Neutrofili, il cui valore era leggermente alterato. Le ecografie hanno rilevato, invece, linfonodi gonfi sia sotto le ascelle, che nell'inguine e sotto il collo. La dottoressa però mi ha detto che non c'era da preoccuparsi in quanto le misure degli stessi non superavano il cm (massimo 1,01 cm) e che erano linfonodi reattivi normalissimi. A questo punto mi sono un po calmato, anche perché ricordavo che fin da piccolo, i linfonodi inguinali riuscivo a toccarli, anche se nell'ultimo periodo erano fatti più grossi. Ad ogni modo, da quel momento, qualche giorno dopo per la precisione, ho cominciato ad accusare vari disturbi, che non so se siano collegati tra loro. Li elenco: mal di testa a giorni alterni, mal di schiena non eccessivo e qualche volta, fenomeni di diarrea. Premetto che soffrivo di reflusso gastrointestinale, placato negli ultimi tempi. Adesso, oltre a questi sintomi ho cominciato ad avvertirne altri, che mi stanno tormentando da qualche settimana. Sensazioni di capogiro, come se mi mancasse l'equilibrio, stanchezza sparsa nel corso della giornata e poi, cosa più grave, a mio avviso, dimagrimento senza far alcun tipo di attività fisica. Vi spiego: fino a qualche mese fa avevo un orologio che mi andava bene, adesso invece mi va larghissimo senza apparente motivo. Mi sono pesato, e qualche tempo fa ero 75 kg, adesso 73 kg! Il tutto mangiando sempre normale. Inoltre, ho notato che il fenomeno di giramento di testa, arriva puntuale quando sto per fare l'amore con la mia ragazza e spengo la luce. A quel punto mi gira la testa e non riesco a continuare, perché la cosa influisce anche sulla mia prestazione sessuale. Allora, dottori, io non riesco a capire. Aiutatemi a farmi un'idea. Mio padre è morto con un tumore, e anche due miei zii e due miei nonni, anche se so che al 99 per cento queste non sono cose ereditarie. Il mal di testa potrebbe essere causato dalla sinusite, perché mi fa male sia sulla fronte, premendo, che sulle gote. Anche perché la sinusite l'ho sempre avuta, ma giramenti di testa e altre cose non so a cosa possono essere collegate. Sono molto sedentario negli ultimi mesi, e sto seduto 8 ore al giorno al computer per lavoro, spesso assumendo posizioni sbagliate. Problemi di postura? Ansia? Altre malattie correlate alla sinusite? Oppure qualcos'altro? Suggeritemi voi, ma vi assicuro che i sintomi ci sono tutti, assolutamente. Aspetto risposta perché mi sto rovinando le giornate.
Cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Guarino
20% attività
0% attualità
0% socialità
JESI (AN)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2015
Caro utente,
Certamente il suo è un caso abbastanza impegnativo. Valutando un po i segni e i sintomi riferiti credo che lei debba completare l'iter diagnostico con uno striscio periferico e con una radiografia dei seni paranasali. Solo in questo modo potrà escludere una malattia ematologica da una banale sinusite. Tuttavia mi sento di rincuorarla perché malattie del sangue sono caratterizzate da un aspetto eco grafico abbastanza patognomico per cui se i colleghi l'hanno abbastanza rassicurata può anche completare gli esami con calma.
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Dottore, grazie per la risposta. Io feci gli esami del sangue a luglio e anche le radiografie, e mi furono riscontrati questi linfonodi un pò reattivi e gonfi, ma la dottoressa mi disse che non dovevo temere. A distanza di qualche mese, però, ho cominciato ad avere questi altri sintomi, ovvero vertigini, mal di testa eccetera. Niente di grave, sia chiaro, ma fastidiosi onestamente. Secondo lei può essere collegato alla sinusite oppure a qualche altra infezione? Se vuole le mostro le analisi che feci in quel periodo. Attendo risposta, grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Guarino
20% attività
0% attualità
0% socialità
JESI (AN)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2015
Sarei lieto di poter analizzare qualche ulteriore elemento per aiutarla ad addivenire alla giusta diagnosi.
[#4] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
*******************************************************************************
ESAME DELLE URINE
(METOD. AUTOMAZIONE)
Aspetto limpido
Colore III Vogel
Peso specifico a 15^ 1027 1015 - 1025
Glucosio assente mg/dl assente
Proteine assenti mg/dl 0 - 5
Pigmenti biliari assenti mg/dl 0 - 0.2
Urobilina assente mg/dl 0.0 - 1.0
pH 6.5 4.5 - 6.0
Emoglobina assente mg/dl 0.0 - 0.02
Corpi chetonici assenti mg/dl 0.0 - 0.02
Nitriti assenti assenti
ES. MICROSCOPICO SEDIMENTO
Cellule delle basse vie rare
Leucociti rari
Emazie assenti
Cilindri assenti
Muco-pus assente
Filamenti di muco assenti
Cristalli assenti
LEGGENDA SEDIMENTO URINARIO: le osservazioni sono effettuate su urine concentrate
10 volte e osservate a 400 x .
rare=1-3 x campo; alcune= 4-10 x campo; diverse= 10-30 x campo; numerose=>30
CREATININEMIA 0.93 mg/dl 0.70 - 1.40
(MET.CINETICO JAFFE')
G O T (A S T) 21 U/l fino a 35
(Met.IFCC OTTIMIZZATO)
G P T (A L T) 16 U/l fino a 45
(MET.IFCC OTTIMIZZATO)
GAMMA G.T 23 U/l fino a 49
(MET.OTTIMIZZATO IFCC)
il direttore dott. D'Arena
Pag.2/4
(2A14662)Sig.MONTUORO ANTONIO
Vallo Della Lucania, accettazione del 13/06/2014
*******************************************************************************
ESAMI RICHIESTI RISULTATI VALORI DI RIFERIMENTO
*******************************************************************************
PROTEINEMIA TOTALE 7.2 gr/dl 6.0 - 8.0
(met.biureto tartrato color.)
ESAME EMOCROMO COMPLETO
(met.aut. su Coulter DXH600)
Globuli bianchi 6400 /mmc 4000 - 9000
Globuli rossi 5230000 /mmc 4500000 - 5500000
Emoglobina 14.9 gr% 14.0 - 17.0
Emoglobina 93.1 % 95.0 - 115.0
Ematocrito 45.5 % 40.0 - 50.0
Valore globulare 1.0 0.9 - 1.1
MCHC 32.8 % 32.0 - 38.0
MCH 28.6 m.micrg. 27.0 - 31.0
MCV 87.1 fL 80.0 - 95.0
RDW 13.9 % 11.5 - 15.5
FORMULA LEUCOCITARIA
Neutrofili 47.4 % 50.0 - 65.0
Eosinofili 1.5 % 1.0 - 5.0
Basofili 0.3 % fino a 2.0
Linfociti 43.1 % 25.0 - 45.0
Monociti 7.7 % 5.5 - 11.7
Eritroblasti 0.1 % fino a 0.8
Neutrofili 3000 /mmc 2200 - 4800
Eosinofili 100 /mmc fino a 400
Basofili 0 /mmc fino a 100
Linfociti 2800 /mmc 2000 - 5000
Monociti 500 /mmc 200 - 1000
Eritroblasti 10 /mmc fino a 30
ESAME PIASTRINE
Piastrine 255000 /mmc 130000 - 400000
MPV 9.7 fl 7.4 - 10.4
COLESTEROLO TOTALE 166 mg/dl fino a 200
(MET.ENZIMATICO TRINDER)
NOTA:presso questo laboratorio, al fine di una ottimale valutazione
del rischio cardiovascolare, e' possibile eseguire il
dosaggio dell'omocisteina plasmatica,il d-ROMS TEST(determinazione
dei radicali liberi), il BAP test (valutazione della
barriera antiossidante) e la valutazione genetica del rischio
cardio-vascolare.
TRIGLICERIDI 91 mg/dl fino a 155
(MET.ENZIMATICO TRINDER)
ANTICORPI ANTI-ENDOMISIO ASSENTI ASSENTI
(MET.Immunofluorescenza)
il direttore dott. D'Arena
Pag.3/4
(2A14662)Sig.MONTUORO ANTONIO
Vallo Della Lucania, accettazione del 13/06/2014
*******************************************************************************
ESAMI RICHIESTI RISULTATI VALORI DI RIFERIMENTO
*******************************************************************************
ANTI-GLIADINA IGG 7.0 U/ml fino a 10
(Ricerca ELISA anti DGP-IGG)
NOTA:la metodica utilizzata consente il dosaggio degli anticorpi anti gliadina
deamidata (anti DGP), che migliorano la diagnostica della celiachia,
in quanto piu' specifici, rispetto al classico dosaggio degli
anticorpi anti gliadina generalmente utilizzati.Tale metodica consente
di migliorare la diagnostica per il morbo celiaco, raggiungendo una
sensibilita' e specificita' prossima al 97%.
ANTI-GLIADINA IGA 1.2 U/ml fino a 10
(Ricerca ELISA anti DGP-IGA)
NOTA:la metodica utilizzata consente il dosaggio degli anticorpi anti gliadina
deamidata (anti DGP), che migliorano la diagnostica della celiachia,
in quanto piu' specifici, rispetto al classico dosaggio degli
anticorpi anti gliadina generalmente utilizzati.Tale metodica consente
di migliorare la diagnostica per il morbo celiaco, raggiungendo una
sensibilita' e specificita' prossima al 97%.
TRANSGLUTAMINASI IGA 0.7 U/ml negativo fino a 12
(MET.ELISA IN AUTOMAZIONE)
NOTA:presso il nostro laboratorio e' possibile eseguire esami per la
valutazione della predisposizione genetica alla celiachia.
TRANSGLUTAMINASI IGG 0.5 U/ml negativo fino a 10
(MET.ELISA IN AUTOMAZIONE)
il direttore dott. D'Arena
Pag.4/4
(2A14662)Sig.MONTUORO ANTONIO
Vallo Della Lucania, accettazione del 13/06/2014
*******************************************************************************
ESAMI RICHIESTI RISULTATI VALORI DI RIFERIMENTO
*******************************************************************************
QUADRO PROTEICO ELETTROFORETICO
(met.gel agarosio ad alta risoluzione)
Gamma globuline 17.5 % 10.6 19.2
Beta globuline 10.2 % 8.7 14.4
Alfa 2 globuline 11.0 % 9.1 13.8
Alfa 1 globuline 1.6 % 1.40 - 2.8
Albumina 59.7 % 54.0 - 66.0
Rapp. Album./Globul. 1.48 1.1 - 1.9
il direttore dott. D'Arena