Utente 374XXX
Salve, scrivo per chiedere un consulto in merito all'efficacia dell'epilazione mediante elettrocoagulazione. In particolare, vorrei sapere se è vero che nemmeno questa metodica, al pari di laser e ipl, garantisce effettivamente nell'uomo la permanenza-definitività dei risultati. Mi chiedo specificamente se il fattore ormonale che determina la crescita (e ri-crescita) dei peli - per ciò che mi interessa sulla schiena - sia in grado di prevalere anche sugli effetti dell'elettrocoagulazione che, a quanto mi risulta, dovrebbe essere una tecnica di epilazione definitivamente risolutiva. Allo stesso proposito, vorrei infine sapere, dubbio eventuale e strettamente dipendente dalle risposte alle precendenti domande, se una volta inserito l'ago nel follicolo, quest'ultimo possa dirsi definitivamente e perciò solo, "neutralizzato" o se occorrono più trattamenti per i medesimi follicoli.
Un'ultima curiosità che ho, pur sapendo che l'elettrocoagulazione è normalmente applicata ad aree non troppo estese, riguarda appunto la possibilità di effettuare questo trattamento a schiena e spalle (peli non fittissimi, scuri) e, indicativamente, i suoi costi.
Ringrazio tutti i gentili dottori che, avuta la pazienza di leggere le mie richieste, vorranno rispondermi.
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
L'elettrocoagulazione è una metodica molto vecchia e superata già da tempo con l'avvento dei laser e luce pulsata.

I risultati sono sempre operatore-dipendente, lenti nel tempo e non privi di rischi per gli esiti cicatriziali; da non sottovalutare poi il dolore durante il trattamento.

Allo stato attuale e per le caratteristiche descritte ("peli non fittissimi, scuri") è consigliabile prendere in considerazione il laser, presso un Centro o studio medico.


Prego.