Utente 374XXX
Gentile dottore,
alla 26 settimana di gravidanza mi era stato diagnosticato il diabete gestazionale (valori alterati alla curva glicemica dopo 60 minuti ma glicemia a digiuno nella norma) tenuto sotto controllo solo con la dieta e fortunatamente si è concluso tutto bene per me e per il bambino. Ora il mio bambino ha 17 mesi e stiamo pensando a un secondo figlio. Il ginecologo all epoca della diagnosi mi aveva avvertito che nel caso in cui avessi avuto gravidanze successive sarebbe stato probabile un ritorno del diabete gestazionale. Ora i miei quesiti sono questi: tale probabilità è molto elevata, ovvero è quasi certo? Nel caso si verificasse un secondo diabete gestazionale, rispetto alla prima volta sarebbe più elevato il rischio di un esordio precoce a inizio gravidanza e di dover ricorrere all insulina? All epoca il diabetologo mi aveva riferito che nella maggior parte dei casi il diabete gestazionale si risolve con il parto: sarebbe più elevato rispetto alla prima gravidanza il rischio che invece rimanga? E infine, riguardo alla predisposizione a sviluppare in futuro un diabete mellito di tipo 2 , avere un'ulteriore gravidanza con diabete gestazionale accrescerebbe questo rischio ? Capisco bene che non mi si può dare nessuna certezza, perchè nessuno può prevedere con esattezza quello che succederà, la mia domanda è in termini di probabilità. Chiedo inoltre se il fatto che sto ancora allattando il mio bimbo mi potrebbe aiutare a prevenire il diabete gestazionale in un eventuale futura gravidanza o se sarebbe invece preferibile distanziare maggiormente le due gravidanze, tenendo conto che però per via della mia età non potrei rimandare di molto.
Ringrazio anticipatamente,
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Dionisio Pascucci
32% attività
4% attualità
12% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006

Gentile utente,
correttamente avrebbe dovuto eseguire una curva da carico a sei settimane dal parto per escludere una eventuale persistenza del dismetabolismo.
Non esistono numeri precisi, ma sicuramente le donne con pregresso diabete gestazionale presentano un rischio aumentato di sviluppare un diabete tipo 2, particolarmente nei primi 5 anni dopo il parto.
La gravidanza è una condizione parafisiologica diabetogena per la particolare situazione ormonale che si viene a creare.
Pertanto se avesse programmato una nuova gravidanza le consiglierei sin dall'inizio di consultare il diabetologo ed il ginecologo.
Cordiali saluti
Dr.Dionisio Pascucci

[#2] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore,
innanzitutto la ringrazio molto per la sua cortese risposta alla mia richiesta di consulto. Quindi, mi corregga se ho capito male, fermo restando che non vi sono numeri precisi e che non è possibile fare previsioni certe sul singolo caso, rispetto alla prima gravidanza una nuova gravidanza mi porrebbe effettivamente a maggior rischio sia di un nuovo diabete gestazionale, sia di sviluppare successivamente un diabete mellito di tipo 2? E questo indipendentemente dal fatto che i miei esami attuali escludono una persistenza di dismetabolismo? Lei ha scritto che il rischio è più elevato nei primi 5 anni dopo il parto, quindi in linea teorica sarebbe preferibile attendere qualche anno prima di programmare una nuova gravidanza?
Cordiali saluti