Utente 804XXX
Gentili Dottori, sono davvero preoccupato per la salute di mio padre.
Ha 66 anni ed oggi gli hanno diagnosticato un Melanoma (questo è il risultato dell'esame estologico)
Melanoma in fase di crescita verticale.Margini laterali (1,5 cm) e fondo(1,7 cm) della escissione indenni. Si associa nevo composto.
Staging istolpatologico:
Livello III di Clark
indice di Breslow 1 mm
Attività cariocinetica 4 mitosi x mmq
Infiltrato linfocitario : lieve e peritumorale
Ulcerazione : Assente. (pT2a)
L'esportazione è stata effettuata 15 giorni fà e nella descrizione macroscopica dice Losanga cutanea di cm 4,5 X 2,3 con neoformazione irregolarmente pigmentata ed a margini di cm2,5
Sinceramente la dottoressa stamani ci ha fatto a tutti noi molto preoccupare e ci ha invitato a parlare con il primario tra qualche giorno. Leggendo le Vostre risposte in questi forum si nota con molta evidenza la professionalità e l'amore per questo lavoro.
Vi chiedo cortesemente in base al risultato dell'esame.
Quali sono i passi da fare?
Mio padre a cosa va incontro?
Non c'è la faccio più, solo un anno fà ho perso mio suocero in sei mesi per un microcitoma.
Vi ringrazio anticipatamente per il servizio che offrite quotidianamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Rovesciamo il problema :

Cosa le hanno proposto ?
Sin qui l'approccio terapeutico sembra corretto.

Restano 2 perplessità .
1)è sufficiente la radicalità locale o precauzionalmente sarebbe meglio allargare la radicalizzazione.
Chi può rispondere meglio di tutti è ovviamente l'operatore che ha eseguito l'intervento.

2)E' necessaro eseguire l'analisi del linfonodo sentinella ?
Secondo le linee guida internazionali SI, perchè lo spessore (Breslow) è superiore a 0,75 mm.
In realtà diverse scuole di pensiero tra cui l'Istituto dei Tumori di Milano eseguono tale indagine per uno spessore > a 1mm.

Per comprendere meglio quanto ho scritto le allego

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=29219
la procedura è uguale a quella descritta per la mammella
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 804XXX

Iscritto dal 2008
Salve, Vi ringrazio per la tempestività nel rispondermi.
Domani abbiamo un appuntamento con il primario del reparto di dermatologia. e vedremo cosa ci consiglierà.
La dottoressa che ci ha letto il referto, che non è l'operatore che ha eseguito l'intervento, dice che l'intervento è andato bene, dice inoltre che il suo collega è andato oltre lo standard nei margini laterali.
La terrò sicuramente informato di quando ci verrà detto domani.
Grazie anticipatamente.
Distinti saluti.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E sull'analisi eventuale del linfonodo sentinella?
[#4] dopo  
Utente 804XXX

Iscritto dal 2008
Salve, stamani abbiamo parlato con il primario, che ha deciso di far ricoverare mio padre per fare i seguenti accertamenti : ecografia, torace, eventuale tac, lui esclude l'analisi dell'infonodo sentinella perchè sul risultato dell'esame estologico non vi è traccia di ulcerazione, quindi secondo lui, nonostante l'indice di Breslow supera i 0,75mm non va effettuato.
Grazie di cuore vi farò sapere novità.
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'indicazione all'analisi del Linfonodo sentinella viene data dallo spessore.

Comunque con 1 mm di spessore va bene anche così.

Per il resto si tratta di esami di routine di stadiazione.
[#6] dopo  
Utente 804XXX

Iscritto dal 2008
Salve, finalmente mio padre stamani è stato dimesso, e gli sono stati comunicati i risultati delle analisi.
Parlando da profano credo che il primario si sia comportato con una superficialità allucinante.
Allora la tac è risultata negativa grazie a Dio, però deve ripetere alcuni analisi.
Gli esami effettuati che vanno bene sono: GLICEMIA,AZOTEMIA,CREATININA,AC.URICO,COLESTEROLO,SIDEREMIA RX,ECG,ECOGRAFIA.
Quelli da ripetere sono : EMOCROMO: H6.B15,1.6.R.4.910.000,G.R.4,930 LL.1250,PLT.168.000
P.T.,A.P.T.T.,nella norma
Poi abbiamo FILOMOGERO (credo si chiami così, vi chiedo eventualmente scusa, ma non si capisce bene) il valore è di 168
NSN 21,35.
Allora il primario ha detto a mio padre di ripetere questi 3 esami e di ritornare per un controllo fra 6 mesi….Nello steso momento però gli comunicava di avere delle cellule tumorali nel sangue, ma di stare tranquillo perché la tac era ok….
La domanda che Vi porgo è possibile che una persona con delle cellule tumorali nel sangue non debba fare nessuna terapia????
Ho già ordinato la cartella clinica per farla vedere ad altri professionisti.
Cosa ne pensate di questi risultati?E’ possibile che mio padre non debba ricorrere ad una terapia?
Posso far fare analisi più accurate? Oppure dobbiamo stare tranquilli e sereni perché la tac è negativa?
Grazie anticipatamente per la Vostra accortezza e disponibilità.
[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non so esattamente cosa voglia dire.

Provi, faccia pure il mio nome, a contattare o inviare una mail al dr. VITO BARBIERI
valente oncologo di questo sito per un consulto che lavora a Catanzaro.

Le allego la sua scheda personale

http://www.medicitalia.it/02it/scheda-medico.asp?id=29845

Cordiali saluti
[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
.