Utente 375XXX
Salve, scrivo a proposito del mio "calvario", iniziato circa tre anni fa. A inizio 2012 (avevo ormai 20 anni) scopro la prima chiazza calva poco più sopra la nuca, in concomitanza con un ciclo irregolare, caratterizzato da un flusso minimo e discontinuo. Per mia stupidità e negligenza, ho nascosto il problema a casa, col risultato che nel giro di un anno la chiazza si è moltiplicata fino a sfociare in una totale perdita di capelli, avvenuta a inizio 2013. Ho fatto gli esami del sangue, dai quali è risultata una tiroidite (la situazione della tiroide è pressochè normale, il problema sono gli anticorpi), e ho iniziato a prendere eutirox 50 dopo un consulto con l'endocrinologo. Ci tengo a precisare che non ho più avuto problemi col ciclo, e poichè nel periodo in cui è iniziata la perdita dei capelli stavo vivendo una forte situazione di stress, il mio dermatologo ha azzardato l'ipotesi che ci fosse stata una somatizzazione dello stress, per cui non mi ha prescritto alcuna cura, nè minoxidil, nè altro. A inizio 2014, ripeto, senza alcuna cura, ho notato una chiazza di capelli in crescita proprio lì dove erano caduti per la prima volta, che poi si è infoltita. Ho poi nel tempo notato altre piccole chiazze di capelli, e altrove lunghi "peli" bianchi. La zona occipitale è attualmente coperta di peli bianchi che si vedono in controluce, mentre le vecchie chiazze di capelli, pigmentati, ma al tatto fragili, stanno cadendo. Che cosa sta succedendo, approssimativamente? Il non curarmi nè con minoxidil, nè con altri "metodi" ha effettivamente una sua efficacia? Ed esiste una possibilità di poter riavere i miei capelli indietro? Un'ultima cosa...quanto l'alimentazione e l'obesità incidono sulla caduta dei capelli? (dovrei perdere parecchi chili...) grazie per la risposta e la disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Rodolfo Eccellente
20% attività
4% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
Gentile sig.ra il problema calvizie, secondo me, lo deve affrontare con uno specialista del campo. Contatti un medico (testo rimosso dallo staf) , della Sitri (società italiana tricolologia), che sicuramente potrà dare una risposta al suo problema. Saluti