Utente 574XXX
Salve a tutti. Scusate forse è una domanda banale, ma mi è capitato di avere una tonsillite qualche giorno fa, con delle placche di pus sulle tonsille. Ho fatto una cura con antinfiammatori ed appena 2 compresse di amoxicillina da 500mg in 2 giorni diversi. Dopo qualche giorno il mal di gola mi è passato del tutto anche il senso di affaticamento. L'unica cosa che è rimasta sono le placche bianche su tonsille non infiammate. La mia domanda è:
1. C'è ancora l'infezione è quindi devo continuare a prendere l'antibiotico finchè non passano, nonostante non ho più i sintomi del mal di gola ?
2. So che esiste un tipo di infezione da streptococco beta emolitico di gruppo A che va trattata in modo particolare...non ho mai capito una cosa ma ad ogni persona che ha una tonsillite si deve eseguire il tampone per rischio di infezione da questo batterio...o l'infezione da Str. si sospetta solo in determinate condizioni...? e quale è la clinica di tali infezioni in questo caso...?
Grazie in anticipo,
cordiali saluti.
[#1] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro
28% attività
0% attualità
12% socialità
STENICO (TN)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
per una tonsillite complicata con placche la terapia è data da antibiotici e antiinfiammatori tra cui l'amoxicillina cpr e solitamente una volta iniziata va continuata per 7 giorni.
Solitamente la diagnosi di tonsillite da streptococco beta emolitico viene fatta su tampone faringeo ed analisi microbiologica ma non ha una clinica specifica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 574XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la risposta. Ma allora nella pratica clinica come si fa....? Si prescrive il tampone (che peraltro da molti falsi negativi) a tutti coloro che hanno mal di gola??....perchè poi il problema reale non è tanto l' angina, ma piuttosto i focoloi a distanza (l'interessamento glomerulare, dei lembi valvolari....). Quindi mi chiedo....come ci si regola?
Ed inoltre se continuano ad esserci placche sulle mie tonsille....è il segno che c'è ancora infezione in atto od esse rappresentano una sorta di "cicatrice" (passatemi il termine) "post-mal di gola" che andranno via col tempo e pertanto non necessitano di terapia antibiotica?
Grazie ancora,
distinti saluti.
[#3] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro
28% attività
0% attualità
12% socialità
STENICO (TN)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, nella partica clinic della medicina si segue prevalentemente il buon senso.
Se lei continua ad avere placche vuol dire che c'è infezione!Non esistono placche " cicatriziali".
Il tampone da falsi negativi ma il medico è abituato a valutare il singolo caso che ha davanti al di là dei limiti intrinseci di uno indagine strumentale che comunque dove necessario è utile per approfondimenti, diagnosi differenziali etc..
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 574XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio. Quindi secondo lei sarebbe utile fare un tampone con degli esami del sangue e se si, quali esami dovrei fare?
Grazie ancora.
[#5] dopo  
Prof.ssa Elisa Cervadoro
28% attività
0% attualità
12% socialità
STENICO (TN)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
Il tampone andava effettuato prima della terapia antibiotica.
Adesso per valutare eventuelmente qualche parametro emato-chimico dovrebbe effettuare :
- emocromo con formula;
- TASLO (Titolo antistreptolisinico)
- VES , PCR, C3-C4,
Eventuelmente a distanza di 15 giorni da tutte le terapia dovrebbe effettuare un tampone faringeo con antibiogramma.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 574XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto. Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 574XXX

Iscritto dal 2008
Mi scusi ancora, volevo solo aggiungere che ho terminato la terapia antibiotica da tre giorni. E' possibile fare il tampone?
Grazie ancora.