Utente 332XXX
Salve. Illustro il motivo per cui scrivo: da circa venti giorni soffro di bruciore/disagio ad entrambi i testicoli. Difficile da descrivere questo di disagio. E' un bruciore associato ad una sensazione di secchezza. In aggiunta noto che lo scrotosi ritrae con più frequenza del solito e i testicoli tendono a stazionare leggermente più in alto di quanto avessi notato prima di questi fastidi, provocandomi disagio nei movimenti e anche durante la notte. Premetto che nell'ultimo mese ho avuto un'intensa attività sessuale. Può essere una sorta di affaticamento? 4-5 mesi fa mi sono sottoposto sia ad ecodoppler che ad esame seminale. Tutto nella norma! L'unico mio dubbio sta nel fatto che sono aumentato molto di peso.... sono alto 170 cm e peso 90 kg. Cercare di perdere peso risolverebbe questi fastidi? Cosa mi consigliate?? Vi è qualche integratore alimentare magari che possa "dare beneficio" alla salute delle parti intime?

Ringraziando anticipatamente, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a naso,senza poter vedere,imiterei all'incremento ponderale tutti i fastidi che ci trasmette.In corso di eccitazione sessuale,il rigìflesso cremasterico,muscolare,fasì che i testicoli risalgano nel canale inguinale,creando,quindi un risentimento doloroso.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2014
Dottore, perdoni la mia ignoranza... potrebbe spiegare meglio? Da quello che ho capito credo che molto probabilmente si tratti di questo .... cioè l'eccitazione sessuale si prolunga anche dopo il rapporto creando questi fastidi, giusto? passerà col tempo? è una patologia grave? possibili rimedi?.... Cosa intende con la frase "imiterei all'incremento ponderale tutti i fastidi che ci trasmette"?... potrebbe darmi qualche delucidazionein più? mi perdoni, ma penso lei sicuramente comprenda la mia preoccupazione. Grazie, cordiali saluti!
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...aldilà degli errori,involontari,di battuta,le segnalo come la risalita dei testicoli in corso di eccitazione sessuale (erezione) volontaria o notturna,sia favorita dalla obesità e possa portare i testicoli a torcersi sul propio asse,dando vita alla dolenzia riferita.Rimedi non ve ne sono per evitare le erezioni ma ridurre il peso può limitare le risalite dei testicoli in addome.Cordialità
[#4] dopo  
Utente 332XXX

Iscritto dal 2014
Un' ultima delucidazione Dottore... Oltre alla dieta ferrea a cui sicuramente mi sottoporrò nei prossimi giorni, assumere un qualche antinfiammatorio per qualche giorno potrebbe risultare utile per ovviare a questa sensazione di calore/bruciore? Questa torsione di cui Lei parla non mi procura alcun dolore lancinante, ma solo fastidio/bruciore. Nulla a che vedere quindi con la drammatica "torsione del funicolo spermatico" di cui leggo in rete e caratterizzata da dolore improvviso e lancinante?

Grazie per la disponibilità... offre un Servizio davvero speciale!
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la torsione testicolare non lascia adito a dubbi circa la portata della sintomatologia dolorosa.Altra cosa e' un eventuale risentimento dovuto al retrattilismo testicolare.Cordialita'