Utente 360XXX
Buonasera avrei una domanda da fare,un ringraziamento per l attenzione:generalmente avverto sporiadicamente extrasistoli,ma mi accorgo che in situazioni stressanti,soprattutto dal punto di vista emotivo,avverto extrasistoli,mi capita ad esempio quando sto con una ragazza o quando devo giungere ad un evento atteso,avverto nel giro di un oretta una decina di extrasistole,in alcuni momenti,o per una forte collera o forte emozione mi e capitato anche di averne una decina ravvicinati,quindi extrasistoli a salve,ho comunque effettuato un ecocardiografia e test da sforzo praticando sport risultanti nella norma,ho applicato un holter ecg che ne rilevava solo 6 ventricolari in 24 h,pero devo anche dire che nel momento in cui avevo l'holter ero in condizioni di tranquillità,cosa ne pensate della mia situazione?come mai giungono in determinate circostanze di stress?grazie.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
tutte le situazioni ansiogene, che fanno aumentare "l'adrenalina" favoriscono la comparsa di EXS.

Il fatto che l'esito del test da sforzo sia negativo e l'Ecocuore non riveli nulla, devono essere fonti di securizzazione.

Idem per l'Holter ECG: 6 EXV su una medi di 10.000 battiti (grosso modo) in 24 ore sono un'inezia.
Il fatto che fosse tranquillo non inficia il risulltato dell'esame: le conferma che le sue sono EXS scatenate dall'ansia.

Chieda al suo curante se ritiene di somministrarle una dose minima di Beta Bloccante: nella sua situazione spesso il risultato è drammaticamente positivo.

Se vuole mi faccia sapere.

Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2014
Capisco dottore grazie mille per la disponibilità,vorrei chiedere un ultima cosa:avverto quasi tutti i giorni una sensazione di "respiro corto" e leggermente veloce,provando a misurare la mia frequenza respiratoria mi accorgo che sono sui 15-16 atti respiratori al minuto e il tempo tra inspirazione ed espirazione non supera i 4 secondi pausa compresa post espirazione,e ciò mi crea problemi,e come se involontariamente mi provocasse all improvviso delle lunghe inspirazioni con esito soddisfacente,che dura pero per qualche secondo,all ascultazione con il fonendoscopio non viene rilevato nulla,non sono asmatico e ho un emocromo nella norma..che ne pensa della mia sintomatologia?grazie.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
se lei focalizza l'attenzione sugli atti respiratori, che da automatici vengono sottoposti al controllo della psiche ( e del cronometro), le assicuro - per esperienza personale - che può comparire la senzazione di un "respiro non soddisfacente", come se i polmoni non si riempissero, e dopo diversi tentativi alla fine ecco arrivare finalmente la possibilità di tirare un bel respiro fino in fondo.
:-)

E' un problema squisitamente psicologico, in un soggetto ansioso.
Tanto più che la visita clinica non ha rivelato nulla di anormale.

Sia sereno.

Cordiali Saluti.