Utente 375XXX
Salve ,il 3 di gennaio ho rotto il 5 metacarpo(frattuta scomposta). Sono andato in pronto soccorso e mi hanno messo il gesso per 10 giorni. Fatto il controllo dopo questi giorni la frattura era peggiorata e decisero di operarmi il 22 gennaio con l'introduzione di due fili di K . Il 27 febbraio ho tolto i fili e il 9 marzo ho iniziato la fisioterapia . Dopo queste 5 sedute e migliorata tanto la mano , pero non riesco a raddrizzare bene il 5 dito , sento una tensione dove ho avuto i fili e rimane piegato.Stringere il pugno quasi e una cosa fattibile . Volevo chiedere se e una cosa che con il tempo migliorerà perche ho letto su internet delle cose non tanto belle ?! GRAZIE MILLE

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvio Boer
28% attività
12% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Non capisco bene cosa abbia letto di poco bello su Internet e in ogni modo ogni caso clinico ha la sua storia e le sue complicanze difficili a volte per noi addetti ai lavori da capire immaginate per chi non conosce la materia come possa essere. Le posso dire che quanto le è stato fatto corrisponde in modo corretto al trattamento di una frattura del METACARPO scomposta anche se ci sono varie opzioni poi sul tipo di chirurgia oltre ai fili di Kirschner ma questa è una scelta che dipende dal Chirurgo in quel momento a seconda del caso e della sua esperienza. La rigidità e la limitazione funzionale è una cosa normale in questo tipo di lesioni e occorre un periodo a volte lungo di rieducazione fisioterapica ma in genere il recupero è sempre molto buono anche se ci vuole il suo tempo. Segua con fiducia le indicazioni dei Colleghi che lo hanno in cura. Auguri per un buon recupero, Dr.Silvio BOER