Utente 368XXX
salve dottori. scrivo perchè ieri mi è successo un evento che mi ha preoccupato molto.sono un soggetto ansioso in cura con farmaci ansiolitici,ma nonostante questo quando esco ho i battitti che schizzano oltre i 100.ieri addirittura a 150 bpm con un minimo sforzo.ho 20 anni e questo mi limita moltissimo anche perchè a casa ho un numero di battiti normale e prima di andare a letto in completo relax anche sotto i 60 bpm.
cosa mi consigliate di fare?
grazie della risposta e cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
la frequenza cardiaca varia fisiologicamente nella giornata, specialmente nei soggetti ansiosi come lei.

Se non è >100 bpm costantemente, il suo cuore non ne risente minimamente.
Un Holter ECG/24 ore potrebbe aiutarla a tranquillizzarsi, facendole prendere coscienza che i suoi bpm variano come in tutte le persone normali.

Si senta anche col medico che la segue per l'ansia: magari c'è bisogno di un aggiustamento terapeutico.

Con simpatia.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
grazie della risposta.infatti non è costantemente sopra i 100 anzi quando sono a casa è del tutto normale.però ad esempio se devo andare al'università per tutto il tempo che sto lì ho tachicardia e questo mi limita molto.ma è possibile che nonostante gli ansiolitici i disturbi somatici dell'ansia non scompaiono?
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
le somatizzazioni d'ansia sono difficili da "estirpare"
Per questo la ho invitata, e le rinnovo l'invito, a rivolgersi a chi le ha dato la terapia perchè possa valutare se la stessa necessita di integrazioni o aggiustamenti.

Cordiali saluti.