Utente 112XXX
Buonasera,
sono stato operato circa 10 anni fa presso il reparto di urologia a Padova in quanto avevo un testicolo in ascensione(eversione della tunica vaginale)
L'operazione è andata per il meglio mi hanno, dopo circa 4 anni dall'intervento da un giorno all'altro improvvisamente ho iniziato a provare dolore nel punto dove avevo la cicatrice (nel testicolo) e nel linguine e in tutto l adduttore con progressivo inizio di gonfiore a livello dell adduttore.
Nel frattempo la cicatrice che avevo si è man mano "dilatata" ad oggi di quasi 4 cm in larghezza (lo si comprende in quanto la pelle è molto più chiara".
Convivo ormai da 7 anni con questo problema che mi provava giornalmente dolore dalla cicatrice all inguine a tutta la parte dell adduttore e comunque interna della gamba fino al piede, con formicolio, senza di "aghi" e spesso mi capitano crampi a livello del piede.
Sono stato da diversi Dottori sia anche dall'urologo che mi aveva operato ma ognuno fa da scarica barile verso un altra "specialità" e diversi dicono che potrebbe trattarsi di aderenza e che non si possono risolvere.
Ho fatto anche numerosissimi esami analisi e quant altro si potrebbe provare a fare tac risonanze ecc ecc l unica cosa che si evidenzia tramite ecografia è : a destra è stabilmente ispessito (15mm) il dotto deferente con diffusa actasia venosa..
Il mio problema è anche cosa può provocarmi a lungo andare questa continua infiammazione?
Cerco un medico o meglio una persona che potrebbe dirmi di cosa potrebbe trattarsi, sono disponibile a muovermi in qualsiasi parte del mondo.
grazie Andrea

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
è stata valutata la colonna vertebrale?
(Irradiazione lombocruralgica)
[#2] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2009
Certamente la distanza è un limite. Ho fatto comunque visite presso chirurghi ma la sola cosa visibile è l'allargamento della cicatrice. Della colonna ho fatto risonanza e non ci sono problemi o ernie.
[#3] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2009
aggiungo che comunque la parte del testicolo più esterna dove è stata fatta la cicatrice ovvero quella che confina con l'inguine è sempre comunque "gonfia" e dolorosa