Utente 375XXX
Ho bisogno di una vostra consulenza per favore.
Questa sera ho avuto un rapporto occasionale con una Escort, ho usato il profilattico, solo che ad un certo punto a rapporto praticamente ultimato, mi sono accorto che lo stesso si era sfilato e rimasto praticamente dentro la vagina.
Inutile dirvi lo spavento, lei è riuscita a togliere il preservativo fortunatamente con lo sperma ancora al suo interno. Sono quasi sicuro che per tutta la durata del rapporto il preservativo sia stato al suo posto e che si sia sfilato solo al momento di estrarre il pene.
La mia domanda è la seguente. C''è il rischio da parte mia di aver potuto prendere qualche malattia sessualmente trasmissibile?
Non ho tagli o lacerazioni cutanee sul pene, tutto in perfetto ordine;
Tengo a precisare che ci trovavamo in una casa e l'ambiente era abbastanza pulito.
Potete darmi qualche consiglio?
Sono pentito di aver fatto un scemenza del genere, e sono preoccupato :(
Grazie anticipatamente a tutti.
Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
preservativo troppo largo....la prossima volta prenda bene le misure.
:-)

Che le devo dire? Sembra, da come lo descrive, un rapporto a rischio molto basso per HIV.
Perchè c'è l'ipotesi ma non la certezza che il pene sia stato coperto dal profilattico durante il coito. Anche se l'ipotesi è probabile data la presenza dello sperma nel serbatoio.

Il pentimento non riguarda il medico, semmai il suo confessore.
Le chiedo: in tutta onestà ce la farà a dimenticare l'accaduto o al primo mal di gola le verrà il dubbio della sindrome retrovirale acuta?

La notte porta consiglio: se non se la sente di avere un tarlo che ogni tanto si riattiverà, a 30 giorni faccia il test per HIV 1 - 2 insieme allo screening per la sifilide.
Diversamente, archivi il capitolo e non ci pensi più.

Se vuole, mi faccia sapere le sue decisioni.

Con simpatia.
[#2] dopo  
Utente 375XXX

Iscritto dal 2015
Caro dottore la ringrazio davvero per la sua pronta risposta. In tutta franchezza le dico che vivo ancora nel timore, perche'come le spiegavo non ho la certezza assoluta di non aver toccato l' interno della vagina con il glande. Detto cio' lei mi pare mi consiglia comunque di fare il test per togliere ogni dubbio. Potrei avere dei sintomi in questo arco temporale di cui dovrei tenere conto? Oltre che per l' hiv per altre possibili malattie? tengo sempre a precisare che la ragazza mi ha detto di essere sana ( spero dica la verità). la ringrazio per la sua consulenza.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Caro Signore,
faccia il test per sicurezza perchè altrimenti vivrà nel dubbio per 20 anni.
E faccia anche lo screening per la LUE.

Non ci sono sintomi dei quali deve tenere conto.
Come vede ho colto nel segno: al primo mal di gola le verrà in mente la sindrome retrovirale acuta.....
:-)

Conosco i pazienti.....
:-)
Mi faccia sapere, se vuole.
Cordiali saluti.