Utente 347XXX
Salve, da un po’ di tempo mi capita di avere delle erezioni notturne dolorose.
Ho notato che questa cosa mi succede soprattutto quando ho più rapporti nell’arco di una giornata.
Il dolore è concentrato su tutta sull’asta del pene, sento il pene durissimo ed è proprio questa sensazione di durezza che mi provoca dolore e fastidio. Per attenuare il dolore/fastidio devo necessariamente togliere i boxer. Il mattino seguente ho notato che il pene, flaccido, è più grosso del solito come se stessi iniziando ad avere un erezione e questa cosa mi dura per quasi tutto il giorno, senza alcun tipo di fastidio.

Può trattarsi di priapismo? Documentandomi in internet ho letto che alcuni farmaci possono provocare questa patologia e tra questi ci sono gli anticoagulanti. Io da più di un anno assumo lo Xarelto, sono geneticamente portato alla trombofilia e dovrò assumere questo farmaco per tuta la vita.

Oltre al fatto di recarmi da un andrologo, che faro il prima possibile, come devo comportarmi? Cosa mi consigliate?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile ragazzo non può trattarsi di priapismo in quanto per definizione esso è caratterizzato da erezioni oltre che dolorose prolungate nel tempo senza soluzione di continuità. Il suo sembra essere piuttosto un dolore correlato ad un eccessivo stress dell'organo perciò per arginare il problema eviti rapporti ravvicinati più volte al giorno.
Per approfondimenti:
http://www.medicitalia.it/news/andrologia/4351-priapismo-linee-guida-europee-diagnosi-trattamento.html
[#2] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
Dottore la ringrazio per la celere risposta. Mediamente ho 5/6 rapporti la settimana (divisi tra mastrbazione e rapporti). A volte, come le dicevo precedentemente, mi capita di avere un rapporto durante l'arco della giornata e di masturbarmi la sera perchè sento il bisogno di farlo. Non mi capita mai di avere rapporti ravvicinati, c'è sempre un lasso di tempo tra un eiaculazione e l'altra. Ho pensato fosse priapismo perchè l'erezione notturna mi dura un bel pò e credo che sia per quello che mi fa male. Questa notte ad esempio, in serata mi sono masturbato, ho avuto di nuovo l'erezione dolorosa. E' durata un bel pò e come al solito mi sono dovuto spogliare per non comprimere il pene e sentire dolore. Mi sono riaddormentato e dopo un pò mi sono svegliato con ancora l'erezione. Non so se era la stessa erezione o un'alta ma non mi faceva tano male perchè il pene non era compresso dai boxer.
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Non esiti a contattare un andrologo per verificare meglio la situazione.
[#4] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
la ringrazio nuoamente e le auguro una buona giornata
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Buona giornata anche a lei.
[#6] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
Dottore ho appena notato che lei è in provincia di Bari, io abito a pochi km da Acquaviva.
Devo eseguire una spermiocoltura, esegue queste analisi nel suo studio? Approfitterei anche a farmi visitare per il problema dell’erezione notturna.
Se si può gentilmente dirmi i costi della visita e dell’esame?
Le scrivo il perché devo fare una spermio coltura.
A maggio 2014 ho riscontrato una prostatite batterica dopo una degenza di un mese in terapia intensiva a causa dell’embolia polmonare. A causa della mia immobilità urinavo in un pappagallo che inavvertitamente ho urtato un paio di volte con il glande. Dopo alcune settimane dalle dimissioni ho iniziato ad avvertire pesantezza e dolore nella zona perineale. Mi sono recato da un suo collega che dopo una visita mi ha riscontrato una prostatite. La spermiocoltura è risultata positiva a 2 batteri (ENTEROCOCCO, KLEBSIELLA e MICETI positivi). Inizialmente il suo collega mi ha prescritto il Tavanic 500 e il peanase ma al termine della cura i dolori persistevano e mi ha prescritto nuovamente il permixon 320 e il peanase. Al termine della terapia i dolori sono diminuiti ma la spermiocoltura era ancora positiva. Il mio medico curante dopo aver preso visione degli analisi mi ha prescritto il ciproxin 1000 e fluconazolo 100 e dopo pochi giorni dall’assunzione i dolori sono completamente spariti. Dovevo eseguire nuovamente la spermiocoltura ma per altri motivi non l’ho ancora fatta.
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Mi fa piacere che abita a pochi chilometri dalla mia citta ma purtroppo la spermiocoltura non la seguo presso il mio studio in quanto la si esegue in laboratori medici attrezzati come quello del Policlinico a Lei più vicino.