Utente 245XXX
Salve, ho 26 anni ed assumo finasteride 1mg e minoxidil da circa 8 anni (con pause di 3 mesi all'anno) per la cura dell'alopecia androgenetica. Non ho mai avuto particolari problemi nella sfera sessuale, però di una cosa ne sono certo, il liquido prostatico nei periodi di assunzione di finasteride, tende ad aumentare come volume, rendendo meno viscoso il mio liquido seminale. Mi domandavo perchè le mie eiaculazioni (frequenza una al giorno) sono prive di potenza senza il minimo "schizzo". Ovviamente la situazione cambia se sono in compagnia di una donna o meno, e cambia anche se la pausa fra una eiaculazione e un'altra supera la singola giornata (se attendo tipo 5 giorni arriva ad essere molto potente). Mi domandavo se è una situazione del tutto normale per chi assume Finasteride? Se è un sintomo grave tanto da riconsiderare il farmaco? Se è da attribuire all'alterata viscosità? Aggiungo anche che non so se è sempre stato così perchè prima ero un tipo meno preoccupato sull'assunzione di Finasteride. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la potenza eiaculatoria cambia in relazione alla libido (maggiore con donno) e è inversamente proporzionale alla frequenza tutto ok.