Utente 376XXX
Buongiorno dottori,

Vi scrivo poiché sono molto agitato a causa di un evento accaduto il settimo giorno del ciclo della mia ragazza (piuttosto regolare, mai fatti più di 2-3 giorni di ritardo/anticipo). Ci stavamo baciando sdraiati e completamente vestiti, la mia mano, nell'atto di "sistemare" il pene che era in una posizione scomoda è venuta in contatto con del liquido pre-eiaculatorio, fin qui nessun problema, se non per il fatto che tale mano ha toccato di tutto: l'altra mano, quelle della ragazza, i suoi indumenti, i suoi capelli, le lenzuola ecc.... dopo una decina di minuti decido di masturbarla, ma penso bene di lavarmi le mani con acqua e sapone sapone prima, anche qui niente rischi. Le mie ansie iniziano da quel momento, dopo aver lavato le mani ho iniziato ad abbracciare e baciare la mia ragazza, magari nei punti in cui l'avevo toccata con le mani sporche precedentemente, prima di spogliarla e masturbarla con penetrazione di un dito soltanto. Dopo aver lavato le mani, prima dell'inizio della masturbazione, saranno passati ulteriori 2-3 minuti.
Le mie domande sono le seguenti:

1- Se le mie mani prima di venire lavate erano perfettamente asciutte presumibilmente lo saranno state anche le tracce lasciate su pelle e vestiti. Tali tracce, pur essendo secche, potevano essere "raccolte" di nuovo dalle mani pulite? Anche se così fosse gli eventuali spermatozoi potevano considerarsi morti o inattivi dopo 12-15 minuti circa? Il tutto si riassume nella domanda: Lo sperma secco è fecondante?

2- So che in seguito a certe ricerche è stata ipotizzata l'assenza di spermatozoi nel liquido pre-eiaculatorio, premetto che nel mio caso cerco di ragionare come se il mio liquido ne avesse contenuti, ma considerando che l'ultima eiaculazione risaliva a circa 6 ore prima, che il pene era stato ripulito dal sapone in doccia e che avrò urinato almeno una volta prima di incontrare la mia ragazza, il mio liquido di cowper poteva contenerne?

3- Gli eventuali spermatozoi presenti nel liquido pre-eiaculatorio sono comunque da considerarsi meno attivi di quelli espulsi da una normale eiaculazione? Ci ho pensato in quanto pur essendo soddisfatte le condizioni di ph e umidità non penso che siano muniti delle stesse sostanze nutritive contenute nel liquido spermatico.

Vi chiedo se possibilmente potreste rispondere ai quesiti e darmi una risposta sugli eventuali rischi motivando. So di essere pretenzioso, ma l'agitazione è davvero troppa e mi impedisce di vivere serenamente. Ringrazio per la disponibilità incrociando le dita.

Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
lei pretende risposte che non possono essere date in quanto il liquido preeiaculatorio è privo di spermatozoi e gli spermatozi eventualmente presenti in uretra muoiono tutti entro al massimo 5 ore. Gli spermatozoi esposti all' aria o ai tessuti muoiono istantaneamente.
[#2] dopo  
Utente 376XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore,
Ringrazio della risposta. Quindi considerando quanto detto anche se fossero stati presenti spermatozoi nel liquido la fecondazione sarebbe risultata impossibile poiché sono seccati sulla pelle e sui tessuti giusto?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Se vuole glielo firmo col sangue.
[#4] dopo  
Utente 376XXX

Iscritto dal 2015
Ahahahahah, non ce n'è bisogno e il fatto che scherzi anche implica che non c'è stato nessun rischio, perdoni la mia diffidenza, ma di un parere medico mi posso fidare e il mio lato paranoico non può fare nulla contro l'evidenza scientifica. La ringrazio ancora tanto e mi complimento con lo staff medico di questo sito. Le auguro buon tutto!

Cordiali saluti