Utente 277XXX
Buongiorno. Circa 3 settimane fa, mi è malauguratamente andata a sbattere la spina del phone per i capelli sul glande quando mi accingevo a staccarlo per collegarlo in una postazione più comoda. Tutto questo finita la doccia, quindi bagnato.
La cosa mi ha suscitato all'inizio un senso di forte scossa, e poi mi ha lasciato un bruciore nella zona interna del glande che però non riesco a definire bene toccandolo, ovvero al tatto non da dolore, ma lo sento praticamente tutto il giorno.
Il giorno che mi è capitato il fattaccio, preso dall'ansia ho scritto a diversi andrologi presenti in rete, e nel frattempo alcuni avevano risposto tranquillizzandomi, la cosa si è quasi normalizzata anche se persiste il bruciore. Quindi ho prenotato una visita andrologica per questo Venerdì.

Ieri sera, purtroppo, e dico purtroppo perché era meglio che questo medico non mi rispondesse, mi è arrivata la risposta di un andrologo a cui avevo chiesto il parere 3 settimane fa.
Vi riporto la sua risposta non citando il nome del medico, che peraltro non credo sia iscritto nemmeno in questo sito:

"Sul blog dovrebbe esserci un articolo di un paziente con deficit erettile secondario ad una scossa elettrica. Prova a controllare. Gli effetti sono irreversibili e l andrologo se vai puó solo darti dispendiosi farmaci inutili per far arricchire le ditte.
Cordiali saluti"

Al che la mia ansia è risalita notevolmente, e mi sono messo a cercare l'articolo a cui questo medico fa riferimento, ma non ho trovato niente nel suo blog, ne tanto meno in Google. Ho cercato anche in lingua inglese se ci fosse stato un caso analogo, ma niente.

Ora, io come detto mi sottoporrò alla visita andrologica, vorrei però sentire un vostro parere su questo caso. Risulta in letteratura medica un paziente che abbia avuto questa cosa come dice questo medico?
Io non presento deficit erettile, ma un bruciore non ben definito, e questo lo avevo specificato al medico nella richiesta. La cosa che mi ha messo soggezione è che lui mi abbia detto "l'andrologo se vai puó solo darti dispendiosi farmaci inutilie" quindi comprendendo anche a me dandomi del tu sulla vicenda. Quindi volevo chiedere se il deficit erettile in un caso come il mio può presentarsi anche in un secondo momento..

Aspetto con ansia una vostra risposta. Purtroppo i problemi ultimamente mi assalgono e dopo questo accaduto penso veramente di avere il malocchio.
Scusate lo sfogo..

Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile ragazzo,
partendo dal presupposto come le è stato più volte ribadito che la dinamica riportata non può assolutamente esporla ad alcuna lesione irreversibile nè di tipo nervoso nè di altre parti anatomiche del pene. La risposta a cui lei fa riferimento probabilmente è stata affermata da un'autore che sicuramente non era medico ma un millantatore, il quale ha affermato delle falsità assolutamente infondate. Lei in questa fase non ha alcun bisogno di "terapie dispendiose ed inutili" in quanto sussistendo solo un pò di bruciore uretrale può beneficiarsi al massimo di qualche terapia anti-infiammatoria.
[#2] dopo  


dal 2015
Ha ragione dottor Scalese. comunque la risposta mi è stata data da un medico specializzato in urologia (o almeno così è scritto nel suo blog) anche se dire queste cose , che poi si rivelano infondate, equivale a fare del terrorismo psicologico.
Oggi pomeriggio comunque sono riuscito ad anticipare la visita andrologica e il medico mi ha detto anche lui che seppur avessi preso una scossa questa sarebbe stata minima per la dinamica.. mi ha detto poi che per bruciore della parte finale dell'uretra/glande devo applicare a mia scelta (e non ho capito il perché ho la liberta di scelta in una terapia) una pomata tra balanil gel, vea lipogel o connettivina plus..
posso chiederLe quale di queste Lei mi consiglia?
grazie
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Strana anche questa affermazione. D'accordo che oggi la terapia va condivisa dallo specialista con il paziente, ma addirittura proporre una scelta mi sembra come "il gioco delle tre carte". Per motivi di "etica web" non posso darle indicazioni terapeutiche.
[#4] dopo  


dal 2015
Il dottore mi ha scritto nel foglio bianco le tre pomate dicendomi prendi una tra questa e la applichi due volte al giorno dopo il lavaggio.. ne prenderò una a caso sperando di scegliere quella giusta.
grazie
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Ok!
[#6] dopo  


dal 2015
Buonasera dottore, giusto per renderLa partecipe (e per farsi due risate) sullo scambio di email con il presunto medico che mi aveva messo in ansia :

Io: Buonasera, Le ho risposto in email ma non ho più ricevuto risposta da Lei.
Non ho trovato l'articolo a cui faceva riferimento del deficit erettile
dopo scossa elettrica? Mi può dare il link ? Ho controllato anche su google
in inglese e niente, mi piacerebbe poter leggere di più.

"Medico": Sera. Trovi in internet la parole neuroaprassia

Io: A quanto pare non esiste in letteratura il caso da Lei citato. Ho cercato
di capirci meglio ma come vedo Lei mi rimanda solo ad un generico termine,
in più sono studente di medicina quindi capisco dove si vuole andare a
finire.
Grazie per la sua malainformazione e per avermi messo ansia inutilmente.
Saluti

"Medico": Che sia ansioso ed offensivo non ci sono dubbi. Che io le abbia risposto ê stato solo per cortesia che non si verificherà più. Visto che si definisce studente studi pure
http://it.m.wikipedia.org/wiki/Neuroaprassia
Addio

Mah, direi che aveva proprio ragione Lei.
Questo è proprio un Millantatore..
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Difficile che un medico preparato faccia questo tipo di affermazioni
[#8] dopo  


dal 2015
Buona sera dr Scalese. Questo dolore mi sta mettendo addosso parecchia ansia perciò oggi sono andato dal medico che mi ha prescritto esame urine e urinocoltura, se risultassero negative mi ha detto che dovrei fare un tampone uretrale e spermiocoltura. volevo chiedere se posso fare l'urinocoltura con il primo getto come consigliato dal medico visto che il mio dolore è localizzato al meato, oppure questa procedura non va bene?
Ci sono esami alternativi al tampone uretrale Che ho visto essere molto molto doloroso?
[#9] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Può anche andar bene eseguire la urinocoltura con queste modalità, considerato che il fastidio è in punta. Nessuna paura per il tampone uretrale basta eseguirlo con molta delicatezza e senza fretta.
[#10] dopo  


dal 2015
Grazie per la risposta. Ho eseguito oggi urinocoltura lavandomi con saugella uomo e prendendo il primo getto riempendo per circa metà. E le restanti urine le ho usate per l'esame completo. Ho fatto bene?
Ma è possibile che il dolore sia presente per tutto il giorno?
Ho letto che in caso di uretrite il dolore dovrebbe esserci solo urinando o dopo eiaculazione..
vorrei capirci di più se possibile.. sono disposto a fare anche un altra visita urologica o dermatologica a seconda dell'utilità ma il medico non mi ha saputo dare ulteriori indicazioni .. ormai sono 3 settimane che ho questo dolorino quasi tutto il giorno sulla punta.. a meno che quella scossa non sia stata la causa ma a quanto ho capito non lo è..
[#11] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Aspetti l'esito della urinocoltura e poi si deciderà il da farsi.
Quello che le è accaduto ed il bruciore uretrale è solo una coincidenza.
[#12] dopo  


dal 2015
Grazie per la risposta.
Perfetto allora, venerdì mi verrà dato il referto e poi andrò dal medico e le farò sapere
come va..
Volevo chiederle una cosa veloce che penso (e spero) sia una stupidaggine. Questa mattina mi sono svegliato come spesso accade con il pene in erezione, nel tentativo di aggiustarlo dentro le mutande ho avvertito un dolore sordo, come di fitta.
Il dolore è durato circa 3-4 ore sopratutto al tatto in un punto che non riuscivo ben a definire. Ora il dolore è molto leggero , non ho avuto sangue nell'urina ne tanto meno ho ematomi. L'unica cosa è che mi sembra che l'aria genitale sia più calda del solito.
Ho letto diversi consulti nel tentativo di rassicurarmi ma molte risposte sono "vada in pronto soccorso".
Volevo chiedere se in assenza di ematomi evidenti o altri sintomi di rilievo posso star tranquillo per una eventuale frattura dei corpi cavernosi.. Purtroppo tendo sempre a pensare al peggio..
Cordiali saluti
[#13] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
A volte internet serve solo a confondere le idee e creare ansie ingiustificate. Sia tranquillo, con tali modalità non può essere successo assolutamente nulla.
[#14] dopo  


dal 2015
Grazie dottor Scalese. Ha ragione, purtroppo internet è il mio peggior nemico. Finita questa questione non lo utilizzerò più.. Anche se studio medicina .. spero si assottigli la mia soglia di ipocondria..

Comunque oggi il pene mi da solo un po' fastidio dal presunto "trauma" di ieri mattina. Ora aspetterò qualche giorno, e con i responsi anche delle urine le farò sapere come va' la situazione in generale.. se non la disturbo troppo! :)

Volevo chiederle visto che ho letto che per i traumi del pene è indicata la vitamina E, lo è anche nel mio caso? Ora il pene fa male solo se premo in un punto , diciamo verso la metà a sinistra, ho provato l'erezione che non mi da problemi ne dolori, l'unica cosa è questo dolore lieve e sopratutto che il pene è molto caldo (ma quello immagino sia normale, forse non ci avevo mai fatto caso).
Devo iniziare una terapia di un mese con l'artiglio del diavolo per via della cervicale e un dolore all'articolazione del ginocchio, va bene quello anche per sfiammare eventuali lesioni del pene?

Grazie, poi non la stresso più che mi rendo conto di star sempre a fare domande ma purtroppo ogni giorno ne spunta una nuova (aimhè).

PS: molto interessante il suo ultimo articolo! Quasi quasi.. ovviamente scherzo

Cordiali saluti