Utente 328XXX
Buongiorno,

scrivo nuovamente su questo sito, ma ora per altri problemi decisamente diversi dai precedenti per cui ho già usufruito dei vostri preziosi pareri, per avere, se possibile chiarimenti sul mio caso.
Ho 50 anni e da circa due mesi avendo la sensazione costante di formicolio al mignolo e all'anulare della mano sinistra mi sono recato dall'ortopedico che durante la visita ha riscontrato una probabile sublussazione del nervo ulnare invitandomi a eseguire l'elettromiografia e prescrivendomi antiinfiammatori per circa un mese.
Il risultato è stato il seguente: Lieve sofferenza del nervo ulnare a livello del gomito (compressione del nervo ulnare al solco epitrocleo -olecranico).
La velocità del segnale, al livello del gomito, passa da 57,1 m/s a 50,7 m/s.
Potrebbe essere necessario un' intervento chirurgico anche alla luce del fatto che inizio ad aver anche qualche problema di forza sull'avambraccio e che la mano mi si stanca con molta facilità?

Grazie in anticipo per le Vostri cortesi risposte.
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
L'ortopedico ha fatto una prima valutazione e ha prescritto l'EMG per valutare strumentalmente l'entità della sofferenza del nervo ulnare. Ora che ha fatto l'esame bisogna che gli porti il referto della EMG per poter completare la visita e decidere il da farsi, che potrebbe comprendere la liberazione chirurgica del nervo. Il referto fornisce altre informazioni oltre al paio di righe trascritte, quindi porti con sé tutto il referto.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dott. Donati,

grazie mille per la gentile e velocissima risposta, ho sentito l'ortopedico che ha visionato l'EMG e conferma la diagnosi come del resto evidenziata nell'esito dell' EMG.
Mi ha confermato la sua scelta di assimilazione di antinfiammatori per almeno un mese e se dopo questo periodo i sintomi non accennano a diminuire o meglio non spariscono del tutto, si potrà prendere in esame la possibilità di fare un' intervento chirurgico per la liberazione del nervo (come del resto, eventualità anche da lei suggerita), con l'ortopedico ci incontreremo tra un mese per prendere una decisione.
In attesa della prossima visita approfitto, se posso, della sua gentilezza e disponibilità per alcune domande:

ci sono possibilità di guarigione anche senza intervento chirurgico?
che tipo di intervento si esegue in questi casi?
l'intervento risolve tutti i sintomi e problemi di cui soffro?

Grazie di nuovo
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La terapia antinfiammatoria ha lo scopo di non trascurare la possibilità di ottenere un miglioramento della situazione. In caso di insuccesso si libera il nervo dalle cause di irritazione. L'intervento è finalizzato alla soluzione del problema. Ovviamente non è possibile garantire il risultato, come per qualsiasi trattamento. Quando lo specialista rivaluterà la situazione, se confermerà l'indicazione chirurgica, Le spiegherà la tecnica chirurgica, lo scopo dell'intervento, percentuali di successo, rischi, complicazioni, ecc., tutti elementi che andranno a costituire il consenso informato.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille Dott. Donati,

La ringrazio nuovamente per la sua cordialità e professionalità nei suoi chiarimenti.

Cordiali saluti.