Utente 376XXX
Buongiorno , vorrei porre alla vostra attenzione la mia situazione.
Circa un anno fa ho iniziato a sentire dei fastidi al fianco destro. Mi sono recato dal gastroenterologo il quale ha eseguito un ecografia con il seguente risultato:
05/06/2014: Fegato di dimensioni normali steatosico.in sede pericolicisticae al davanti della vena portasi osservano alcune zone di risparmio (skip areas) la maggiore del diametro di 20mm;altra zona di aspetto analogo si osserva al controllo odierno al VII segmento, in sede sottoglissoniana che misura 54x27mm. Mi manda a casa e dice tutto ok. Poiché il fastidio persisteva mi sono recato da altro gastroenterologo che mi consiglia di fare una colangio Rmn senza Mdc. nel frattempo avevo fatto colonscopia con nulla da segnalare.
Risultato colangio rmn del 13/03/2015:
Il pancreas mostra morfologia e dimensioni regolari,non dilatazione del dotto pancreatico principale.regolari i piani adiposi peripancreatici.
Il fegato mostra dimensioni modicamente aumentate ed appare diffusamente e discretamente steatosico.Si segnalano almeno tre formazioni omogenamente iperintense nelle sequenze t2 pesate, la maggiore nel VII segmento di 18x14 mm.i reperti non sono caratterizzi ali con certezza nelle sole condizioni di base ma sono comunque da riferire o a formazioni angimatose o a formazioni di tipo cistico. Non significative linfoadenopatie nelle principali stazioni addominali.assenza di versamento endoperitonale.
Il 20/03/2015 a seguito di incidente in moto mi viene eseguitta una Tac senza e con Mdc con il seguente esito:
Addome:esame eseguito senza,durante e dopo somministrazione rapida di m.c.d.. Millimetrica cistite del V segmento epatico in soggetto con fegato steatosico. In fase arteriosa fra VII E VI segmento epatico nell'ambito di una regione triangoli forme di maggiore impregnazione evidenziata lesione rotondeggiante di circa 2 cm ipointensa all'esame di base, marcatamente impregnatesi di m.c.d. In fase arteriosa , con persistenza dello stesso in fase venosa, in prima ipotesi da angioma Atipico meritevole di approfondimento con Rm con mcd. Milza e pancreas di dimensioni normali.
Sono un po' preoccupato e vorrei un vostro parere.
Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
".Si segnalano almeno tre formazioni omogenamente iperintense nelle sequenze t2 pesate, la maggiore nel VII segmento di 18x14 mm.i reperti non sono caratterizzi ali con certezza nelle sole condizioni di base ma sono comunque da riferire o a formazioni angimatose o a formazioni di tipo cistico" nel 2013 alla RM SENZA mdc
_______________________

" In fase arteriosa fra VII E VI segmento epatico nell'ambito di una regione triangoli forme di maggiore impregnazione evidenziata lesione rotondeggiante di circa 2 cm ipointensa all'esame di base, marcatamente impregnatesi di m.c.d. In fase arteriosa , con persistenza dello stesso in fase venosa, in prima ipotesi da angioma Atipico meritevole di approfondimento con Rm con mcd." alla TC con mdc nel 2015.
______________________________
La conclusione: lei è portatore già dal 2013 di ben 3 lesioni di n.d.d. evidenziate con la RM che non capisco per quale ratio le è stata fatta eseguire senza mdc paramagnetico.
Le dimensioni di quella segnalata dalla TC nel 2015 sono pressocchè identiche a quelle segnalate dalla RM nel 2013 nel medesimo VII segmento.
Questo è già motivo di tranquillità.

Esegua pure la RM epatica con mdc paramagnetico, ma credo proprio che non sia il caso di allarmarsi.

In quanto alla steatosi, segua una dieta più sana, meno ricca di lipidi, si astenga totalmente dall'alcool, faccia un pò di attività fisica, e se non l'ha già eseguito valuti il pattern immunologico per HBV ed HCV.

Se vorrà potrà tenermi aggiornato.

Cordiali saluti.



[#2] dopo  
Utente 376XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore purtroppo la colangio rm risale al 13 marzo 2015 e non al marzo 2013 quindi queste lesioni sono comparse nell'arco di un anno visto che nell'ecografia del 2014 il gastroenterologo non le aveva evidenziate.
Grazie per la risposta.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Caro signore,
si in effetti, ha ragione lei. Ho letto male la data.
A questo punto ripetere la RM epatica, sia pure con contrasto, servirebbe a poco per dirimere il dubbio di una lesione eteroplasica.
Forse sarebbe più utile una PET - TC con 18 fluoridesossiglucosio, ai fini di valutare l'attività metabolica del nodulo.
Ne parli con il Curante o con l'Epatologo perchè se molto metabolicamente attiva la lesione potrebbe necessitare di biopsia TC guidata presso un IRCCS di eccellenza come l'IEO di Milano o altro da lei preferito.
Mi faccia pure sapere, se vuole.

Carissimi saluti.
[#4] dopo  
Utente 376XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta .cordiali saluti