Utente 351XXX
Salve,
vi scrivo in quanto ho un problema banale che sto trasformando in qualcosa di platonico.
Qualche mese fa avvertii al cuoio capelluto una sensazione di prurito e immediatamente pensai ai pidocchi, essendone io terribilmente spaventata. Mi limitai però a cambiare shampoo ed a diluirlo con dell'acqua, e tutto passo'.
Ora mi si ripresenta la stessa situazione: avverto un prurito molto strano e "intenso". Non riesco a capire se è la mia mente a renderlo tale o se è effettivamente così : più ci penso più mi sembra di avere zampette orripilanti che si svagano sulla mia cute, meno ci penso meno o proprio si annulla la percezione di questa sensazione. . Ho avvertito il problema circa settimana scorsa (da uno shampoo con olio di tea tree,veramente aggressivo, sono passata ad uno per capelli secchi e infine questo lunedì a uno voluminizzante. Premetto che sono tutti prodotti acquistati presso saloni di parrucchieri professionisti). Ho acquistato un pettine a denti stretti dal terrore di avere quei fastidiosi insetti! Ho inoltre notato una grande quantità di forfora, cosa che non ho mai avuto.
È la fobia per questi insetti che mi fa credere di averli? Dovrei cambiare shampoo?
Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
una volta controllato il capillizio, e verificato che non vi sono lendini, parassiti, punture...Resta solo la suggestione.
Il problema è che ciò porta all'accanimento e iperlavaggio con dermatite iatrogena conseguente. Quindi ...inizierei con una visita!
Cordialità
[#2] dopo  
Dr.ssa Floria Bertolini
24% attività
20% attualità
12% socialità
PIOVE DI SACCO (PD)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2001
Gentile Utente,

Concordo sulla necessità di una visita dermatologica, per verificare se c'è la presenza di lendini sui suoi capelli e verificare eventuali manifestazioni cliniche del suo cuoio capelluto, visto che sospetta di essere affetta da forfora.

I tentativi con molti prodotti, provati in modo autogestito, potrebbe causarle una dermatite irritativa: non vale proprio la pena e lo capirà, qualora le venisse posta la diagnosi di pediculosi, quando effettuerà la terapia!
Non è una patologia così impegnativa nel trattamento, ma fare più trattamenti, magari in numero superiore o con frequenza scorretta rispetto a quelli che le prescriverebbe il dermatologo, può invece causarle problemi di irritazione e rendere più lenta la guarigione, ammesso che sia affetta da pediculosi.

Cordiali saluti,
[#3] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la cortese attenzione Dr.essa F. Bertolini e Dr. Grisselli.
Oggi non ho avvertito alcun fastidio mentre ero fuori, ma appena rientrata a casa il formicolio e' ricomparso di punto in bianco!
Posso ispezionare il cuio capelluto da sola o è un'impresa impossibile?
Ancora grazie per la gentilissima attenzione
[#4] dopo  
Dr.ssa Floria Bertolini
24% attività
20% attualità
12% socialità
PIOVE DI SACCO (PD)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2001
Le consiglio di farlo fare da un esperto (il Dermatologo), perché chi ha visto una volta le lendini, riesce a riconoscerle, altrimenti rischia di pensare che ogni altra cosa sia lendini.
Poi le può essere fatta la prescrizione corretta, in modo di ottenere il miglior risultato, in tempi minimi, evitando irritazioni.

Cordiali saluti