Utente 376XXX
Buonasera,
Ho avuto le ultime mestruazioni il 6 febbraio ed ho un ciclo di 26 giorni. Dai calcoli dovrei aver avuto l'ovulazione il 18 febbraio e l'ultimo rapporto il 20 febbraio. Il 22 febbraio però ho avuto una forte cistite durata un paio di ore con delle perdite di sangue: pensavo che potrebbe essere l'annidamento.
Il 7 marzo ho fatto le prime beta ed erano a 189, dopo una settimana erano a 3100.
La settimana scorsa ho fatto la prima ecografia e con un ecografo non precisissimo da come dice il dottore c'era un embrione di 2 mm compreso sacco vitellino.
Ho rifatto di nuovo le beta (10 giorno dopo le ultime ed erano a 21000).
Oggi nuova ecografia e i dottori non mi hanno dato molto fiducia...
Sacco vitellino di 4 mm e piccolo embrione di 1, 7 mm. Nessun eco embrionale..
Mi hanno detto che sicuramente è un uovo cieco e che devo far presto un raschiamento..
Io ho avuto già un aborto a dicembre e sono distrutta...
Non posso sperare in niente?
Grazie in anticipo per la risposta...
[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro
48% attività
8% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Se c'è un sacco vitellino ed un embrione non si tratta di un uovo "chiaro" (condizione in cui si evidenza solo il sacco corionico senza nulla al suo interno).
Al più è un aborto interno. tanto per amore di definizioni precise.
Sulla evolutività della gravidanza, cosa che credo le interessi di più, occorre fidarsi della diagnosi ricevuta, se è ritenuta attendibile da colore che l'hanno effettuata.
Si tratterebbe di un secondo aborto, nel caso...
Se così, consiglio di interpellare quanto prima uno Specialista del settore, per non far trascorrere tempo prezioso per l'esecuzione di esami che ora potrebbero dare risultati fondamentali e non dopo, per esempio, più di un mese.


Saluti ed auguri.