Utente 318XXX
Gentili medici,
vorrei chiedervi gentilmente un parere sul mio quadro clinico attuale perché è un po' confuso. Vi elenco i sintomi e i farmaci che prendo:
- prurito insistente da circa 2 o 3 settimane( a volte mi si toglie la pelle grattandomi ) in alcuni momenti della giornata ( si accentua di sera/notte ) alle gambe o alle braccia oppure al collo. Non ho né macchie né puntini sulla pelle, semplicemente prurito. Il MMG mi ha fatto prendere x 8 giorni l'antistaminico pensando ad una dermatite irritativa. Purtroppo non è cambiato assolutamente niente.
- dolore ai margini laterali del collo ( zona carotidi ) quando faccio attività fisica e resta per un po'

Altre informazioni utili:

- faccio attività fisica in palestra da circa un mese
- ho la tiroidite di Hashimoto ma per il momento la tiroide funziona bene
- ho la policistosi ovarica quindi prendo la pillola ( Sibilla ) da un anno e 6 mesi
- ogni sei mesi faccio il prelievo per controllare: FT4, TSH, transaminasi, colesterolo totale e HDL, trigliceridi
- ho sempre avuto il colesterolo e i trigliceridi a posto, ma da marzo 2014 il colesterolo ha iniziato ad aumentare. Marzo 2014: colesterolo totale 205 mg/dl ( i valori di riferimento indicano al limite superiore tra 200 -240 ) e HDL 66 mg/dl ( 35 - 65 valori di riferimento ). Purtroppo non trovo l'esito di quelli di settembre 2014 ma la situazione era pressoché analoga. L'endocrinologa mi ha detto che andavano bene.
- Ieri ho ripetuto gli stessi esami ed è risultato il colesterolo totale 282 mg/dl, HDL 78 mg/dl e trigliceridi 160 ( 40 - 160 valori di riferimento )
- alimentazione abbastanza squilibrata ma senza formaggi

Secondo voi i miei sintomi possono essere di competenza endocrinologica? Il prurito e l'aumento del colesterolo e trigliceridi possono essere dovuti alla pillola?
Inoltre mi preoccupa abbastanza il dolore che avverto al collo in zona carotidi. Può essere qualcosa di preoccupante? Ovviamente capisco che via web non è facile interpretare il tutto.

Mi scuso per il racconto un po' confuso e vi ringrazio in anticipo per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
la pillola estro - progestinica può avere un impatto sui valori del colesterolo e dei trigliceridi.

Nel suo caso considerando anche un LDL di 172 mg/dl (non è magia c'è una formula per calcolarlo) credo che le convenga cosigliarsi con la ginecologa sulla opportunità di sospenedere la pillola o assumerne una diversa. Spero che Ella non fumi.
Se è portatrice di una "sindome da ovaio policistico" che è cosa ben diversa dall'ovaio "micropolicistico" deve anche valutare un eventuale iperinsulinemia e la presenza di una intolleranza glucidica o un franco diabete mellito da insulino resistenza.
Tuttavia esaminando i dati del suo account lei non è obesa nè in sovrappeso, non lamenta irsutismo, tendenza acneica che sono sintomi pressocchè costanti nella Sindrome dell'Ovaio Policistico stricto sensu.

In quanto al prurito e se il curante è d'accordo, esegua esami ematochimici per valutare una possibile colestasi( bilirubina totale e frazionata,GammaGT, ALPH, oltre a GOT/GPT) che si manifesta spesso con prurito "sine materia" anche molto intenso tanto da indurre lesioni da grattamento ed una Ecografia epatocolecistica.

In quanto al dolore ai lati del collo: deve valutarlo un medico non virtuale: molto probabilmente si tratta di un dolore legato a striramento del platisma o dello sternocleidomastoideo bilateralmente ma è bene palpare anche la tiroide per verificare che il dolore non provenga da quella sede.
Ovviamente segua una dieta equilibrata, povera di alimenti notoriamente ricchi di colesterolo (lo sono anche i salumi, le uova....giusto per citarle i due più usati) e prediliga legumi e verdura nel contesto di un opportuno computo calorico.

Se vuole mi faccia sapere.

Cari saluti.
[#2] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore, intanto la ringrazio per la risposta molto chiara e dettagliata e le aggiungo alcuni dettagli che avevo omesso ma che mi sembra di capire che siano utili a capire meglio.

Non fumo. L'esito della prima visita endocrinologica che risale ad un anno e mezzo fa è questo: prolattina risultata sempre modestamente aumentata anche dopo precipitazione con PEG. Gonadotropine adeguate. Lievemente aumentato il valore di delta 4 androstenedione, restanti androgeni nella norma. Progesterone in fase luteale del ciclo basso. Funzione tiroidea indicativa di eutiroidismo. Positivi gli anticorpi anti-TPO. Ecografia degli annessi mostra policistosi ovarica. Lieve ipertricosi al labbro superiore e al mento. Acne severa a livello del volto e lieve nella parte superiore del dorso. La modestra iperprolattinemia è verosimilmente inquadrabile nell'ambito della PCOS. Tiroidite cronica autoimmune asintomatica.

Avevo dosato anche l'insulina e la glicemia risultate nella norma: insulina 5 microUl/mL ( valore di riferimento <29 ) e glicemia 87 mg/mL ( 70 - 110 ).

Successivamente ho fatto un'ecografia tiroidea con esito: tiroide di normali dimensioni, a struttura disomogenea per la presenza di numerose microareole ipoecogene che conferiscono l'aspetto di "tiroidite focale". Non noduli distinti. Vascolarizzazione parenchimale lievemente aumentata.

Oggi ho fatto la visita dall'endocrinologo che mi ha detto di fare il dosaggio di colesterolo LDL e dei trigliceridi tra un mese dopo dieta ipolipidica e di far valutare i risultati alla ginecologa perché secondo lui l'aumento è dovuto alla pillola. Poi mi ha detto di ripetere l'ecografia pelvica e la prolattina sempre tra un mese.
Per quanto riguarda la tiroide la situazione è rimasta invariata ( mi ha palpato la tiroide e non ha riscontrato niente di anomalo ) quindi ho il dosaggio di THS-riflessa tra 6 mesi e visita + ecografia tra un anno.


Per quanto riguarda il prurito ricontatterò il medico curante chiedendogli di effettuare gli esami che mi ha consigliato e gli dirò anche del dolore al collo.

La ringrazio ancora per l'attenzione e la pazienza.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera dottor Caldarola,
volevo aggiornarla sulla situazione e chiederle ancora un parere:

-per il dolore ai lati del collo il medico ha constatato lo stiramento del muscolo sternocleidomastoideo, come ha pensato anche lei, dovuto a movimenti sbagliati effettuati in palestra, quindi il problema è stato risolto.

- per il prurito ho parlato al medico degli esami che mi ha consigliato lei ma ritiene che non siano necessari in quanto lui pensa sia dovuto ad un problema allergico. Mi ha prescritto l'antistaminico Tinset per 7 giorni ( avevo già preso Cetirizina per 8 giorni ma ha detto di provare con il Tinset che è più forte ) e intanto mi ha prescritto una visita allergologica in U.O di un IRCCS. Ritiene strano il fatto che il prurito si presenti quasi esclusivamente di notte. Secondo lei potrebbe trattarsi di un problema di ambito allergologico, pur comparendo il prurito quasi sempre di notte? Nel caso avessi la colestasi, questa potrebbe manifestarsi anche solo con questo sintomo? Perché mi chiedo come possa il mio medico escluderla a priori.

- per il colesterolo e i trigliceridi devo aspettare fino a fine mese per dosarli di nuovo per poi portare tutto alla ginecologa.

La ringrazio per l'attenzione.
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Carissima Signora,
sulle decisioni dei Curanti, sulla loro valutazione della "potenza" dei farmaci, non è mia consuetudine intervenire. Anche in caso di dissenso.

Il suo Curante può visitarLa io via web no.

Escludere una Colestasi richiede 3 o 4 esami: chieda al suo medico come faccia a escluderla a priori.
Come pure escludere un diabete, che può essere causa di prurito.

A questo punto è meglio che faccia la visita allergologica presso il menzionato IRCCS: sicuramente non mancheranno di inquadrare il problema nel suo complesso.

Se vuole aggiornarmi lo faccia pure.

Cari saluti.

[#5] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio ancora molto per il consulto. Domani prenoterò la visita allergologica e spero davvero che inquadrino il problema nel complesso, dato che il mio medico si è "fissato" su un problema allergologico/dermatologico, senza neanche visitarmi. La aggiornerò dopo la visita.
[#6] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera Dott. Caldarola,
vorrei aggiornarla e chiederle l'ultimo parere, sperando di non doverla più disturbare.

Il prurito, dopo aver assunto il Tinset 30 mg per 8 giorni, mi è passato quindi il medico mi ha detto di aspettare ancora qualche settimana e poi se non ho altri sintomi posso disdire la visita allergologica ( fissata x giugno ).
Inoltre ieri sono andata in pronto soccorso per forti dolori e bruciori epigastrici che non passavano con i classici farmaci da banco e diarrea.
Le prestazioni eseguite sono state:
- Visita
- aspartato aminotransferasi ( AST ) ( GOT )
- cloruri
- creatinina
- glicemia
- sodio
- glucosio
- alanina aminotransferasi ( ALT ) ( GPT )
- azotemia
- colinesterasi ( CHE )
- fosfatasi alcalina
- LDH totale
- emocromo: Hb, GR, GB, HCT, PLT, IND. DE
- alfa amilasi
- calcio
- CPK totale
- gamma GT
- potassio
- troponina
- ecografia

Tutti gli esami sono risultati nella norma e sono stata dimessa con diagnosi di gastroenterite. ( L'esito dell'ecografia è: colecisti non distesa, senza contenuto endoluminale )
Mi è stato somministrato omeprazolo 40 mg cp in ospedale e mi hanno prescritto pantoprazolo 20 mg mattino e sera + imodium.

Visti la risoluzione del prurito con Tinset e gli esami fatti in pronto soccorso, pensa che possa escludere la colestasi ?

La ringrazio ancora per l'attenzione e la pazienza.

Cordiali saluti