Utente 352XXX
Salve a tutti, avrei bisogno di un consulto.
Domenica ho mangiato una pizza con amiche. Il giorno dopo ho avuto nausea e fastidio allo stomaco Pensavo che qualcosa mi avesse fatto male e ho preso una biochetasi. Qualche ora dopo il fastidio allo stomaco e la nausea sono scomparsi e la mia temperatura è aumentata a 38.5, con forti dolori alle ossa. Il giorno dopo la febbre scende a 37.5 ma iniziano a venirmi crampi allo stomaco e nausea, fino ad ora. La febbre l'indomani scende ma continuano queste nausee e questi fastidi allo stomaco, accompagnati da molta aria. Oggi ancora mi ritrovo con queste nausee e fastidi a fase alterne. Non ho mai vomitato e sono andata di corpo un giorno solo. Premetto che sono una persona molto ansiosa, che negli ultimi due anni soffre di attacchi di ansia e ansia generalizzata. Soffro di gastrite nervosa, quindi non vorrei che fosse un forte attacco di gastrite.
Ho chiamato il mio medico e dice di essere un'influenza. Di prendere bustine di biochetasi e pillole di plasil. Nulla più. E' possibile che si sia sbagliato?
VI ringrazio in anticipo.
Vi ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Stia tranquilla, si tratta di una gastroenterite.

Utile dieta leggera.

Troverà ampie delucidazioni in questo articolo
http://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1686-influenza-intestinale-gastroenterite-virale-va-confusa-altre.html
[#2] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
Dott. Quatraro ma è normale che già sia passata una settimana e non ottengo grandi miglioramenti??? Sono andata di copro negli ultimi due giorni con delle coliche. La nausea va e viene e non ho per nulla fame. Infatti ho perso già 3kg. Posso rincuorarmi sul fatto che sia davvero un'influenza allo stomaco? Sono molto preoccupata. Di solito dura 2-3 giorni.
La ringrazio comunque per le delucidazioni.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sì, i disturbi possono protrarsi, a volte, anche per più settimane.

Ovviamente il paziente dev'essere seguito direttamente dal suo curante, attraverso visite mediche di controllo.