Utente 376XXX
Salve, sono un ragazzo di 26 anni e ormai sono più di 4 anni che ho una 'macchia rossa' , non saprei proprio come meglio definirla, sul glande la cui stranezza è che alterna in maniera intermittente la sua "intensità", a volte è rosso intenso come per una piaga poi va via via sbiadendo fino quasi a scomparire per poi ritornare dalla sera alla mattina di nuovo rosso intenso e ricominciava il ciclo anche se da non eretto non mi ha mai dato bruciore o prurito però al tatto da fastidio, quasi come quando si sfiora un livido. I problemi peggiorano durante l'erezione, secchezza acuta, desquamazione a volte lacerazioni che causavano delle piaghe ugualmente a come avviene per le labbra screpolate e il "dolore tipo livido" si fa sentire molto di più e dopo l'erezione il recupero da queste condizioni è molto lento. Dopo anni di visite e più di una dozzina di dermatologi, dato che, essendo studente fuori sede, mi recavo negli ospedali per cui ogni volta venivo visitato da un medico diverso e innumerevoli terapie (antibiotiche, antimicotiche, a base di cortisone, erboristiche, ect....) che hanno sempre dato esiti negativi, l'ultimo dermatologo che ho visitato mi ha detto, ed è stato confermato anche da un collega chiamato apposta per un consulto, che si trattava di psoriasi. Il problema è che alla domanda sul come potevo curarla mi è stato detto che non si poteva e che ci avrei dovevo convivere. Anche se il web mi ha dato conferma di ciò, ho iniziato a cercare di testa mia un farmaco e ho trovato il Clobesol, ma, anche se alle prime 2-3 applicazioni fa notare un miglioramento davvero notevole (secchezza desquamazione spariscono anche in erezione, anche se il dolore al tatto rimane) poi tale miglioramento sparisce anche se continuo ad applicarlo, anzi sembra quasi che peggiori, così sono costretto ad interrompere per almeno una settimana prima di poterlo riapplicare. Ormai ho raggiunto il limite e quello che volevo chiedere era che, se in effetti si tratta di psoriasi, davvero non esiste nulla di farmaceutico o anche chirurgico per eliminarla definitivamente o almeno qualche prodotto da applicare costantemente per sopprimere i sintomi,ho provato creme idratanti, lubrificanti, pomate da erboristeria, tutti rallentano la secchezza ma durano davvero poco, 5-10 minuti al massimo poi ricompare la secchezza desquamazione e comunque rimane il fastidio/dolore. Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

il problema della psoriasi del glande è reale: essa è spessa relazionata a situazioni stress-correlate o dismetabolico-correlate, pur essendo una patologia geneticamente determinata;

Detto questo, è possibile ad oggi ricorrere a terapie più innovative del potente cortisonico, il quale fra l'altro è sconsigliato per lunghi periodi.

Utile confrontarsi con lo specialista dermatologo di sua fiducia per non perdere le speranze di migliorare sensibilmente la sua situazione. Da qui non possiamo aiutarla oltremodo.

cari saluti