Utente 208XXX
Gentili dottori,

ho una domanda che potrebbe sembrare banale, ma inizia a destarmi preoccupazione

5 anni fa fui sottoposto a PEP antiretrovirale per 28 giorni. A parte i primi giorni in cui sono stato malissimo, dopo la prima settimana sembrava avessi raggiunto una buona aderenza alla terapia

Premesso che a livello fisico ho recuperato completamente dopo 6 mesi (soprattutto a livello muscolare), mi sorge una domanda, a distanza di anni, cè il modo per via ematica di valutare eventuali danni al sistema immunitario causati dalla pep? Dico questo perché negli ultimi tempi a fasi alterne accuso stati di malessere che perdurano anche per mesi. Mi sono recato in PS qualche volta quando avevo fasi acute di malessere (mal di gola, linfonodi, nausea, giramenti), ma ogni volta che faccio analisi del sangue, esse risultano perfette (ALT,GPT,GOT,SG-EMOCROMOCITOMETRICO, CREATININA, BILIRUBINA,VES,TAS,PCR)

Non cè un qualche esame più specifico che determini lo stato del mio sistema immunitario (sempre che abbia senso farlo)?

Grazie in antcipo


[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
non ci sono prove che la PEP, che evidentemente le è stata somministrata per una situazione ad alto rischio di contagio per HIV e che ha avuto successo, possa arrecare danni al sistema immunitario.
Se così fosse, i pazienti HIV positivi in terapia antiretrovirale da anni, sarebbero anzicchè in ottimo stato tutti deceduti.

I suoi esami di routine sono tutti nella norma e sono sufficienti: probabilmente i suoi malesseri sono legati a uno stato ansioso somatizzato .

Quindi sia sereno e non faccia esami inutili che alimenterebbero solo la sua sindrome ansiosa.

Cari saluti.