Utente 352XXX
Salve.
A settembre 2014 sono stata ricoverata per una peri-miocardite a presunta eziologia tossica-allergica.
Dico presunta poiche' fumavo hashish di dubbia fattura, e per 15gg prima del ricovero avevo dell'insopportabile prurito alle gambe, anche su braccia ma di meno, a tal punto da provocarmi enormi lividi neri.
Allora assumevo anche un anticoncezionale, belara.
Venendo alla questione, l'emocromo del ricovero evidenziava leucocitosi, eosinofilia (16%, 2.59 valore assoluto), no ves ne' pcr alte, e i markers di danno miocardico elevati (troponina,cbmk massa,ldh piruvato).
Dopo 5giorni di ricovero mi dimettono, con la sola terapia di cardicor 1.25 al giorno.
Durante la mia degenza in ospedale mi fu somministrato metilprednisolone per via endovenosa e in compresse: poi nulla piu'.
Eseguendo vari emocromi dopo, nei mesi, ho sempre notato questa eosinofilia:
Ottobre 2014: 25%, 2.59
Novembre 2014: 14%, 1.44
Dicembre 2014: 12%, 1.38
Gennaio 2015: 11%, 1.20
Febbraio 2015: 10%, 0.68
Attendo di eseguire altro emocromo.
Un cardiologo mi ha parlato di malattie causate dal contatto con animali come gatti selvatici:
In effetti ne curavo molti prima che mi succedesse quel che e' successo, toccandoli e ricevendo graffi e anche morsi.
Ho letto di una certa toxocariasi.
Cercando di essere non troppo vaga, volevo chiedere:
Puo' una reazione tossica-allergica causare un'eosinofilia a lungo termine?
O le cause da ricercare sono altre?
Grazie dell'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente
Lei potrebbe avere fisiologicamente gli eosinofili aumentati oppure avere una allergia che non è stata ancora diagnosticata o una parassitosi. Da come descrive il suo caso sembrerebbe avere avuto una sindrome di Kounis cioè un'allergia cardiaca .... Sono necessari ovviamente altre indaggi i per chiarire meglio la sua eosinofilia.